Martedì, 28 Settembre 2021
Attualità Livigno

Livigno al lavoro per lo snowfarm: il progetto green per la conservazione della neve

Durante la bella stagione nel Piccolo Tibet non è difficile imbattersi in un’imponente montagna bianca posta sulla piana centrale

Durante la bella stagione, non e? difficile imbattersi in un’imponente montagna bianca, posta sulla piana centrale di Livigno, ben visibile durante una passeggiata lungo la pista ciclopedonale. Si tratta della Snowfarm, qui viene implementato un innovativo metodo di conservazione della neve, raccolta a seguito delle copiose nevicate invernali. La tecnica prevede dapprima la raccolta, tra marzo e aprile, sia delle neve naturale, sia della neve programmata della stagione frutto dell’innevamento artificiale; in questo periodo la neve viene stoccata nella piana centrale. Qui si costruisce una vera e propria montagna di neve coperta dapprima con la segatura, che permette di isolare la temperatura dell’aria estiva, e successivamente con un telo geotermico che riflette i raggi solari. Questi due strumenti impediscono e contrastano lo scioglimento, dato che agiscono sui fattori ambientali, quali vento e temperatura, che da soli causano l’80% della trasformazione della neve in acqua. Una volta terminata la copertura, la neve rimane a risposo per i mesi estivi. In media ogni anno vengono stoccati circa 80.000 metri cubi di neve. Si tratta di una tecnica dall’importante risvolto green, in quanto consente di risparmiare una notevole quantita? di energia per l’innevamento programmato della stagione invernale futura.

La Snowfarm consente quindi di ridurre l’uso di neve artificiale, conservando parte della neve delle precipitazioni invernali, l'impianto di innevamento programmato infatti verra? attivato esclusivamente a necessita?, consentendo cosi? il risparmio delle risorse utilizzate nel processo di produzione. Una parte della neve raccolta e conservata, viene utilizzata a fine agosto per dare vita a spettacoli entusiasmanti come il tradizionale Palio delle Contrade, a cui quest’anno non sara? possibile assistere causa misure anti-covid. Rivolto a livignaschi doc in abiti tradizionali che competono per difendere i colori delle 8 contrade, il Palio e? l’annuale appuntamento con la gara di fondo da 1km che si svolge per le vie del centro, innevate per l’occasione, e a cui si affianca anche la 1KShot a cui prendono parte atleti della Coppa del Mondo di fondo e biathlon.

La piana centrale di Livigno, dove sorge la Snowfarm, e? anche il punto di partenza del percorso di fondo, preparato ogni anno ad ottobre. Senza ulteriori costi di trasporto quindi, proprio li? verra? impiegata la restante parte di neve per la preparazione del primo anello. Snowfarm consente quindi di dare l’avvio ufficiale alla stagione fondistica in grande anticipo rispetto alle altre localita? invernali europee. Il percorso e? solitamente pronto per la terza settimana di ottobre, permettendo alla localita? di ospitare numerosi team di atleti di fondo e biathlon provenienti da tutto il mondo, che arrivano per la preparazione autunnale in vista del via alle gare di Coppa del Mondo. Livigno viene apprezzata dalle squadre non solo per la quota, ma anche per la qualita? della neve, che gia? a fine ottobre, risulta molto simile a quella invernale su cui andranno a gareggiare. Tra i team che hanno scelto Livigno in periodo autunnale spiccano le nazionali di Svezia, Norvegia (la nazionale di fondo piu? forte al mondo, che ha scelto Livigno come meta per tutti gli allenamenti in altura), Francia, Svizzera, Italia, Gran Bretagna (che sceglie Livigno anche per il biathlon), ma anche la nazionale di fondo Giapponese ed un atleta dalla Polinesia. La tecnica dello snowfarming, assieme al clima dei suoi 1816 mt, permette alla localita? di vantare una delle stagioni invernali tra le piu? lunghe in Italia, partendo da fine ottobre fino a concludersi a maggio.

Il Piccolo Tibet: un gioiello green

Il Progetto Snowfarm si inserisce nell’ambito delle iniziative eco-sostenibili intraprese per trasformare il Piccolo Tibet in un vero e proprio gioiello "green". Gia? lo scorso anno, grazie alla partnership con Repower, Livigno ha messo in funzione cinque PALINA Repower, le colonnine per la ricarica simultanea di veicoli elettrici, in aggiunta a quelle gia? esistenti su tutto il territorio, oltre che diverse BITTA Repower per la ricarica veloce e semplice delle e-bike, posizionati lungo la ciclabile e sentieri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livigno al lavoro per lo snowfarm: il progetto green per la conservazione della neve

SondrioToday è in caricamento