rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Insieme verso le Olimpiadi / Livigno

Livigno, amministratori e cittadini insieme verso le Olimpiadi del 2026

E' stato presentato il "Gruppo Gol" che punta a rendere la località del Piccolo Tibet più sostenibile e vivibile per e oltre l'appuntamento a cinque cerchi

Un'iniziativa che unisca cittadini e amministratori affinché Livigno sia pronta per le Olimpiadi di Milano-Cortina 2026: pronta, però, non soltanto ad accogliere tutti coloro che arriveranno nel Piccolo Tibet per l'appuntamento a cinque cerchi, ma anche e soprattutto, per diventare una località migliore, sotto il profilo della sostenibilità e della vivibilità, proprio a vantaggio sei suoi residenti e turisti anche oltre il 2026.

E' tutto questo il "Gruppo Gol" che è stato recentemente presentato in una serata molto partecipata e che lascia ben sperare proprio per la buona riuscita di questo percorso da intraprendere insieme: “E’ stata una serata importante visrto che abbiamo presentato il Gruppo Gol che ha l’obiettivo di diffondere i valori olimpici nel territorio del nostro paese. - ha confermato il sindaco di Livigno Remo Galli - Olimpiadi non vuole dire solo strutture o infrastrutture, ma anche valori da dare soprattutto ai giovani, ai ragazzi. Ricordiamoci che quando ci sono le Olimpiadi si fermano le guerre, quindi è veramente importante".

Molti sono stati gli argomenti all'ordine del giorno della serata da discutere, come detto, pensando a lungo termine, anche oltre le Olimpiadi di Milano-Cortina 2026: "Abbiamo trattato tutti i temi, dall’ambiente, alla sanità, al sociale, all’economia. E’ davvero importante creare un coinvolgimento dei cittadini e da amministratori sappiamo che solo ascoltando, dialogando e confrontandoci con i nostri cittadini riusciremo a fare bene e a far diventare le Olimpiadi del 2026 un obiettivo importante per il nostro paese - ha proseguito il primo cittadino livignasco -. Solo facendo squadra, con tutti in campo e nessuno che sta in panchina si potranno raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati di una Livigno del 2027 più attenta all’ambiente, più sostenibile dal punto di vista sociale ed economico e con l’obiettivo di riduzione del traffico del 30%, quindi con un miglioramento della vivibilità”.

“Faccio i complimenti a tutti quelli che si sono messi in campo, magari partendo anche da posizioni diverse - ha concluso Remo Galli -, e soprattutto a Sharon Zini e a Dario Piller che fa da coordinatore di questo progetto in maniera concreta".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livigno, amministratori e cittadini insieme verso le Olimpiadi del 2026

SondrioToday è in caricamento