Attualità

Il "Covidiario" del dottor Inzirillo diventa un libro

Il chirurgo toracico di Asst Valtellina e Alto Lario ha raccolto le riflessioni, a volte amare, altre divertenti, sulla sua esperienza di medico in prima linea per fronteggiare la pandemia da covid-19 nell'ospedale "Eugenio Morelli" di Sondalo

La lotta al covid, l'attenzione per i malati e per le loro famiglie, ma anche la voglia di spiegare e divulgare. Il dottor Francesco Inzirillo, chirurgo toracico di Asst Valtellina e Alto Lario, durante la pandemia è per molti, soprattutto della provincia di Sondrio, divenuto un punto di riferimento. Dal "covid-ospedale" di Sondalo, attraverso i suoi canali social, ha raccontato di sè, della difficile gestione della malattia, soprattutto della prima ondata di coronavirus, con il suo oramai celebre "#COVIDIARIO".

Oggi, a distanza di tempo da quel marzo 2020 Inzirillo ha deciso di raccogliere i suoi scritti, dando un senso alle tante parole spese "a caldo" durante la pandemia. "Non si tratta di un semplice riversamento su carta dei miei post sui social. L’estate scorsa, ad un certo punto, ho cominciato ad effettuare ampliamenti, approfondimenti, aggiunte e quindi mi son detto… perché non dare tutto in pasto ad una agenzia letteraria? L’ho fatto senza grandi speranze eppure…adesso si può trovare il '#COVIDIARIO' sul sito dell’editore CTL (ctleditorelivorno) e sui principali negozi online" ci racconta il medico di origini palermitane.

covidiario inzirillo-2

Un racconto diaristico dei primi sessanta giorni di quell’emergenza sanitaria internazionale in cui, dall'ospedale "Eugenio Morelli" di Sondalo, Inizirillo insieme a suoi colleghi ha tentato di salvare la vita a centinaia di persone. Raccolte in una sorta di zibaldone le riflessioni, a volte amare, altre divertenti, di un medico "in prima linea che fronteggia problemi strutturali di una Sanità carente e problematiche morali ed etiche del rapporto medico-paziente, che si complica quando subentra uno stato di forzato isolamento". "La descrizione delle piaghe causate dalla mascherine, la vestizione da astronauta/palombaro, la solitudine degli anziani, fragili e spaesati, la voglia di farcela, le spiegazioni mediche, la crociata contro i tuttologi del web" come si legge nella descrizione del libro da parte dell'editore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "Covidiario" del dottor Inzirillo diventa un libro

SondrioToday è in caricamento