Leonardo da Vinci alle Cascate dell'Acquafraggia

Proiezione ed intervista a Finazzer Flory

Mercoledì 7 agosto alle 21, nel parco delle cascate dell’Acquafraggia a Borgonuovo di Piuro, Massimiliano Finazzer Flory presenterà il lungometraggio “Essere Leonardo Da Vinci-Un’intervista impossibile”. È dedicato al genio in occasione del 500esimo anniversario dalla sua scomparsa, avvenuta nel 1519.

Non è una scelta casuale. Le cascate, con il loro maestoso spettacolo, impressionarono pure il celebre inventore, artista e scienziato, che «trovandosi a passare per Valle di Ciavenna» ne ammirò la bellezza selvaggia e le menzionò nel suo "Codice Atlantico": «Su per detto fiume (la Mera) si truova chadute di acqua di 400 braccia le quale fanno belvedere...».

Quello di Finazzer Flory è un film unico nel suo genere.

In questa «Intervista impossibile» il set, le opere d’arte e il linguaggio sono del tutto autentici. Il film unisce l’originalità linguistica attraverso il linguaggio del Rinascimento, il trucco, i costumi e la qualità tecnologica del nostro tempo, come ad esempio il drone che permette di realizzare nuove tendenze estetiche tra paesaggio e patrimonio culturale. Oltre il documentario e prima della fiction, ecco una contaminazione di generi con la verità dell’arte.

Il film narra la vicenda di due giornalisti, di New York e Milano, ignari l’uno dell’altro, che per i 500 anni dalla scomparsa di Leonardo sono alla ricerca di uno scoop. Vedono opere e attraversano i luoghi del Genio tra paesaggi e scoperte. A Firenze per la prima volta durante uno spettacolo in costume tra frati, turisti e sbandieratori si trovano tracce della sua vita. Giungono nella sua ultima dimora a Clos Lucé e incontrano davvero Leonardo. Viene concessa l’intervista. Le parole del Genio sono autentiche in lingua rinascimentale. Alla fine Leonardo fugge tra i sotterranei tornando a Vigevano e svelandosi ai personaggi più importanti della sua storia.

Fra i set del film - oltre allo Château Royal d’Amboise, alla dimora dove Leonardo ha vissuto a Clos-Lucé, alla casa natale di Leonardo a Vinci, al Castello Sforzesco e a vari altri luoghi a Milano e Firenze - ci sono anche le cascate dell’Acquafraggia di Piuro.

Finazzer Flory, regista e interprete, ha sottolineato di averle volute inserire come simbolo universale dell’acqua, che fu un’ispirazione per Leonardo. Mercoledì, in occasione della proiezione, racconterà al pubblico anche la sua percezione del legame fra il protagonista del film e le cascate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Domani i funerali di Nicola Scieghi

  • Valmalenco, marito accoltella la moglie

  • Valanga travolge tre sciatori alpinisti vicino al Passo Salmurano, uno estratto vivo dalla neve

  • Titolare trovato con cocaina e contanti, messi i sigilli a un bar del centro di Colico

  • Tragico incidente a Pavia, muore 30enne di Castione

  • Droga nell'auto e una pistola illegale a casa, arrestato uomo di Piantedo

Torna su
SondrioToday è in caricamento