rotate-mobile
Attualità

Sondrio, via il porfido da via Cesura

Il progetto da 585mila euro per risolvere i problemi della pavimentazione. La pietra rimarrà sugli attraversamenti pedonali. Scaramellini: "Il nostro impegno è di mantenere strade e marciapiedi in perfetta efficienza"

Sondrio riqualifica via Cesura, nel tratto compreso tra largo Pedrini e via XXV Aprile. È atteso per i prossimi mesi, infatti, l'intervento di manutenzione straordinaria per la riqualificazione del manto stradale e dei marciapiedi. Al termine dei lavori lo snodo centrale cittadino sarà restituito ai sondriesi nelle migliori condizioni sia dal punto di vista della funzionalità che della sicurezza: è l'auspicio dell'Amministrazione comunale.

La settimana scorsa, la Giunta comunale ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica, la cui realizzazione richiederà una spesa complessiva di 585mila euro. "Si tratta di un intervento al quale teniamo molto - sottolinea il sindaco Marco Scaramellini - sia perché andremo a risolvere un problema evidente, destinato inevitabilmente ad aggravarsi, sia in quanto coinvolge una delle vie principali della città, interessata dal traffico automobilistico e dal passaggio pedonale. La spesa è ingente ma il nostro impegno è di mantenere strade e marciapiedi in perfetta efficienza: le necessità in questo ambito sono molte e cerchiamo di soddisfarle programmando e trovando i finanziamenti per interventi puntuali".

Gli interventi

La pavimentazione attualmente in cubetti di porfido, presenta numerosi ed evidenti cedimenti che hanno compromesso la situazione complessiva, rendendo urgente un intervento di riqualificazione. È previsto il rifacimento completo di tutti i pacchetti della pavimentazione degli attraversamenti rialzati in largo Pedrini e nell'intersezione con via XXV Aprile. Nell'attraversamento di largo Pedrini si procederà al rifacimento della guaina di impermeabilizzazione presente sulla porzione di interrati sotto la strada, al rifacimento dei pacchetti di pavimentazione e al riposizionamento dei cubetti in porfido.

Un intervento analogo verrà realizzato per l'attraversamento rialzato. Nel tratto compreso tra i due attraversamenti, che si sviluppa per circa 150 metri, si dovrà procedere con l'asfaltatura: una scelta obbligata dalle basse pendenze, per evitare ristagni e infiltrazioni. L'intervento prevede anche il rifacimento dei marciapiedi sui quali sarà mantenuto il porfido.

"L'approvazione del progetto di fattibilità e la disponibilità delle risorse economiche - spiega l'assessore ai Lavori pubblici Andrea Massera - ci consentono di procedere celermente con i successivi passaggi per iniziare i lavori la prossima estate. Negli ultimi anni eravamo intervenuti per sistemare la sola pavimentazione, allo scopo di garantire la sicurezza di automobilisti, ciclisti e pedoni, ma senza mai risolvere il problema alla radice. Eravamo quindi consapevoli della necessità di programmare un intervento più strutturato, destinando una somma ingente che ci siamo impegnati a reperire: passaggi tutt'altro che scontati che come Amministrazione comunale siamo riusciti a completare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondrio, via il porfido da via Cesura

SondrioToday è in caricamento