rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Situazione da monitorare

Influenza aviaria: al via le misure di controllo e sorveglianza anche in provincia di Sondrio

Ats della Montagna ha adottato le indicazioni previste dal Ministero della Salute, essendo la Lombardia considerata una regione a rischio

L’influenza Aviaria H5N1, ceppo virale ad alta patogenicità, è in rapida diffusione sia fra gli uccelli selvatici sia fra il pollame. Alla luce della rapida evoluzione della situazione, il Ministero della Salute ha disposto l’adozione di specifiche misure urgenti per contenere il rischio di diffusione dell’infezione nella popolazione avicola.

Tra queste, la chiusura di tutto il pollame e tutti gli altri volatili in cattività presenti negli allevamenti delle regioni considerate ad alto rischio, tra le quali la Lombardia.

Le misure

Anche Ats della Montagna, dunque, ha adottato che sul territorio di sua competenza le seguenti disposizioni ministeriali:

  • chiusura in spazi idonei di tutto il pollame e di tutti gli altri volatili degli allevamenti all’aperto
  • per i soli allevamenti non commerciali, qualora la condizione di chiusura di cui al punto 1. non fosse realizzabile o comportasse rischi di compromissione del benessere animale, potranno essere adottate, previo accordo con i Servizi Veterinari, misure finalizzate a ridurre al minimo i contatti con i volatili selvatici differenti rispetto al ricovero degli animali in locali chiusi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Influenza aviaria: al via le misure di controllo e sorveglianza anche in provincia di Sondrio

SondrioToday è in caricamento