L'appello del Soccorso Alpino per i fungiatt impreparati: «Mettete prudenza nello zaino»

Ogni giorno diversi interventi «mobilitano risorse, come elicotteri, ambulanze e mezzi speciali, e occupano per ore medici, infermieri e soccorritori»

Sono giorni impegnativi per il Soccorso Alpino e Speleologico Lombardia, CNSAS, chiamato quotidianamente a prestare soccorso a tanti cercatori di funghi, anche in provincia di Sondrio. Un aiuto doveroso che molto spesso, purtroppo, si rende necessario per colpa dell'impreparazione di chi si incammina alla ricerca dei frutti del bosco.

«In diversi casi si può evitare di arrivare al punto di dover chiedere aiuto, se si è attenti a quello che si fa e ci si pensa prima. Un intervento mobilita risorse, come elicotteri, ambulanze e mezzi speciali, e occupa per ore medici, infermieri e soccorritori» si legge in una nota del Soccorso Alpino lombardo. 

Che partenza la stagione dei funghi in Valtellina

Quindi un appello al buon senso ma soprattutto alle buone pratiche: «Vestitevi tenendo conto degli sbalzi di temperatura e della pioggia, consultate le previsioni del tempo, mettete scarpe o scarponi con una buona presa sul terreno, dite dove andate e cercate di capire se siete in grado di rientrare in tempi ragionevoli e se le vostre forze vi sostengono anche per il ritorno. Andate sul sito sicurinmontagna.it e leggetevi i consigli per i cercatori di funghi, spargete la voce con i vostri amici fungaioli e nello zaino mettete anche la prudenza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Traona, donna muore colpita da pesanti frammenti caduti da un tetto per il forte vento

  • I numeri vincenti della lotteria di Natale dei Commercianti di Sondrio

  • Malore improvviso: 68enne muore in strada a Poggiridenti

  • Autovelox mobili sulle Statali 36 e 38: ecco quando sono in programma i controlli

  • Non si fermano all'alt sulla Statale 36, arrestati tre spacciatori valtellinesi

  • La Piccola Opera di Traona e la Valtellina tutta in lutto per la morte di sorella Anna Gennai

Torna su
SondrioToday è in caricamento