Giovedì, 21 Ottobre 2021
Attualità Sondalo

Il covid sfuma e l'ospedale Morelli riprende gradualmente la sua attività ordinaria

A Sondalo da oggi riaprono la Pneumologia e la Pneumologia riabilitativa, dal 31 maggio la Chirurgia mentre il 14 giugno tocca al Punto nascita. Saporito: «Finalmente siamo nelle condizioni di poter ripristinare in maniera graduale gli interventi»

I dati sono confortanti e la tendenza che si è manifestata a cominciare dallo scorso mese di aprile si conferma giorno dopo giorno: i ricoveri per covid-19 all'Ospedale Morelli stanno diminuendo e i posti letto occupati nei due reparti e nella Terapia intensiva sono meno di 40. La pressione sull'ospedale si è alleggerita consentendo di riassegnare il personale medico, infermieristico e sociosanitario, in questi mesi impegnato nella cura dei malati covid-19, agli altri reparti. 

Una situazione che non si presentava dallo scorso autunno e che, grazie all'avanzamento della campagna vaccinale, andrà probabilmente normalizzandosi nei prossimi mesi. L'Asst Valtellina e Alto Lario ha quindi programmato una graduale ripresa dell'attività chirurgica anche a Sondalo a partire dal 31 maggio: dalla settimana prossima, dal lunedì al venerdì, si eseguiranno interventi di ortopedia, neurochirurgia e chirurgia generale e al primo piano del quarto padiglione saranno disponibili 24 posti letto per la degenza postoperatoria. Da oggi sono operative la Pneumologia e la Pneumologia riabilitativa e da domani anche la vasca riabilitativa al quinto padiglione.

Punto nascita

Il Punto nascita riaprirà a partire dal 14 giugno dopo sette mesi e mezzo di sospensione dell'attività a causa della pandemia. All'inizio di novembre, infatti, per non esporre a rischi le donne in attesa, l'Azienda, come già era avvenuto nella primavera del 2020 con la prima ondata, aveva disposto la sospensione dell'attività del Punto nascita di Sondalo rafforzando i servizi territoriali e offrendo alle donne in attesa l'opportunità di un ricovero cautelativo presso l'Ospedale di Sondrio nei giorni precedenti il parto per evitare spostamenti in condizioni di difficoltà. Le utenti dell'Alta Valtellina sono sempre state seguite dalle ostetriche di riferimento durante la gravidanza e una volta nato il bambino hanno potuto contare su regolari visite domiciliari. Con la riapertura del Punto nascita, dal 14 giugno le future mamme potranno partorire di nuovo al Morelli.

Tommaso Saporito

?Dopo tanti mesi difficili che ci hanno costretto dapprima a ridurre quindi a sospendere l'attività chirurgica - spiega il direttore generale Tommaso Saporito -, finalmente siamo nelle condizioni di poter ripristinare in maniera graduale gli interventi. L'impegno di tutti è massimo per fornire ai cittadini le risposte che si attendono in una fase ancora largamente condizionata dalla pandemia, in particolare dalla campagna vaccinale massiva che richiede l'impiego quotidiano di decine di medici e infermieri, in larga maggioranza ospedalieri. Ci auguriamo tutti che presto l'emergenza rientri per tornare alla completa normalità, ma nel frattempo siamo in grado di ripristinare gradualmente i servizi e di soddisfare le richieste degli utenti?.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il covid sfuma e l'ospedale Morelli riprende gradualmente la sua attività ordinaria

SondrioToday è in caricamento