rotate-mobile
Come aiutare chi fugge / Sondalo

Guerra in Ucraina: ecco i punti di raccolta delle donazioni per i profughi

Il materiale, che deve essere consegnato inscatolato ed etichettato, verrà poi trasportato da alcuni volontari al confine tra Ucraina e Polonia e distribuito agli sfollati costretti a lasciare le loro case e il loro Paese

L'appello non è caduto nel vuoto, anzi la mobilitazione di cittadini e aziende è stata davvero massiccia: dopo l'annuncio della raccolta di beni di prima necessità lanciato ieri in molti hanno già espresso la volontà di aiutare per far giungere un supporto concreto ai profughi ucraini che stanno lasciando il loro Paese.

Molti di loro si trovano al confine con la Polonia dove, la prossima settimana, arriveranno anche alcuni volontari provenienti da tutta la Lombardia, tra i quali anche la sondalina Giovanna Muscetti. Con loro i volontari trasporteranno il materiale donato e raccolto in questi giorni.

I punti di raccolta

Intanto, per ottimizzare proprio le operazioni di raccolta sono stati messi a punto due punti dove sarà possibile consegnare il materiale che, lo ricordiamo, dovrà essere inscatolato ed etichettato: per l'Alta Valle le donazioni potranno essere portate al centro polifunzionale di Sondalo tutti i giorni dalle 15 alle 18, mentre per quanto riguarda Sondrio, attualmente il centro di raccolta si trova presso l'agenzia Pura comunicazione, in via Trento 78 in orario d'ufficio e la referente è Caterina Conforto.

Per il centro di raccolta di Sondalo è invece possibile contattare il numero 0342801816 oppure chiamare i referenti Paolo Menini (3289160768) e Patrizia Gurini (3398248130).

Il materiale va consegnato nei punti di raccolta indicati entro e non oltre martedì 8 marzo, visto che poi da mercoledì tutte le donazioni verranno preparate per la partenza verso il confine tra Polonia e Ucraina.

Cosa donare

E' possibile donare:

- medicinali: pomate per ustioni e cicatrizzanti, bende, garze, disinfettanti tipo betadine, antibiotici, cerotti, antidolorifici, antinfiammatori, guanti in lattice.

- prodotti per la cura della persona: assorbenti, pannolini, prodotti per l'igiene.

- abbigliamento: scarpe e indumenti caldi, anche tecnici, per adulti e bambini: calze pesanti; sacchi a pelo; coperte.

- alimentari: scatolame vario e prodotti a lunga conservazione, omogeneizzati e latte in polvere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra in Ucraina: ecco i punti di raccolta delle donazioni per i profughi

SondrioToday è in caricamento