rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
La messa a punto

Giro d'Italia in Valtellina: si lavora per viabilità e sicurezza

Oggi una riunione in Prefettura

Il prossimo 19 e 21 maggio la 15a e la 16a tappa del 107° Giro d'Italia professionisti interesseranno i territori di numerosi Comuni della provincia di Sondrio, in particolare  i due Comuni della Valtellina, Bormio e Livigno, che saranno sedi delle competizioni  delle "XXV Olimpiadi Invernali Milano-Cortina 2026".

La prima delle due tappe prevede l'arrivo in Livigno nella giornata di domenica 19 maggio, con provenienza da altra provincia e attraversamento per la Valtellina del "Passo del Mortirolo ' La seconda tappa, invece, prevede la partenza sempre da Livigno, dopo un giorno di riposo, il martedì 21 maggio successivo, per la scalata dell'iconico "Passo dello  Stelvio " e raggiungere così la Cima Coppi dal versante del territorio di Bormio, con arrivo di tappa in prosecuzione in altra provincia.

Il giorno 19 maggio, con partenza da Tirano e arrivo a Livigno, si svolgerà anche la  15a delle venti tappe della manifestazione cicloturistica denominata Giro-E effettuata  con biciclette da corsa a pedalata assistita, che ha tra i suoi obiettivi la sensibilizzazione del pubblico alla mobilità sostenibile e a tutte le tematiche legate alla sostenibilità ambientale, anche grazie al nuovo "Green Fun Village" che seguirà il Giro-E in tutte le città di partenza.

Complessivamente i Comuni della provincia di Sondrio interessati dagli attraversamenti dalle tappe sono 12, per circa 130 km di percorrenza totali. Nella serata del 20 maggio, inoltre, in occasione della sosta dei corridori, è altresì in programma a Livigno il concerto musicale del complesso "The Kolors ", gruppo italiano di successo internazionale.

In tale quadro, al fine di promuovere l'implementazione delle opportune misure per l'ordinato svolgimento del Giro d'Italia e ridurre al minimo gli effetti riflessi sulla circolazione ordinaria dovuti agli attraversamenti dei corridori e delle carovane ciclistiche, garantendo altresì i servizi essenziali, si è tenuta in Prefettura oggi, presieduta dal Prefetto Roberto Bolognesi, una specifica articolata riunione di coordinamento delle varie componenti interessate, che ha anche considerato gli interventi connessi al Giro-E.

L'incontro ha permesso sia di delineare i numerosi servizi coordinati che verranno svolti dalle Forze di Polizia per garantire la sicurezza della corsa anche con la partecipazione delle Polizie Locali, sia di condividere altresì gli orari di chiusura delle strade in corrispondenza dei passaggi delle tappe del Giro d'Italia professionisti. In particolare gli orari di chiusura delle strade interessate saranno connessi con quelli di transito della corsa e verranno opportunamente pubblicizzati.

Particolare attenzione è stata rivolta anche agli accorgimenti che dovranno essere adottati per assicurare il rispetto della normativa fiscale al "Passo del Foscagno", che permette l'accesso e l'uscita dall'area extra-doganale di Livigno e al tunnel del "Munt La Schera" al confine con la Confederazione Elvetica. Analogamente sono state condivise le misure di controllo doganale per le ripartenze degli spettatori che giungeranno in elicottero.

Particolare riguardo è stato anche riservato alla garanzia della piena funzionalità dei servizi di trasporto scolastico, nonché di quelli a carattere sanitario programmato nelle giornate della gara. Analogamente sono stati affrontate, in un quadro di coordinamento sistemico, le misure relative al concerto serale in programma in Livigno lunedì 20 maggio, nonché degli ulteriori eventi collaterali previsti.

All'incontro hanno preso parte il Questore, i Comandanti Provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, il Comandante della locale Sezione della Polizia Stradale, il Vice Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, nonché i rappresentanti dei Comuni interessati dai passaggi, dell'amministrazione provinciale, del Servizio di Soccorso Sanitario d' Urgenza 118, dell'Agenzia delle Dogane, dell'Anas e dell'organizzazione del Giro d'Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giro d'Italia in Valtellina: si lavora per viabilità e sicurezza

SondrioToday è in caricamento