rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
Insieme per i giovani

Un gruppo di lavoro per aiutare i giovani ad affrontare i loro disagi

L'iniziativa parte dal comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica che, per l'appunto, dietro gli episodi di vandalismo registratisi nelle ultime settimane, ha visto l'espressione di un disagio giovanile e non la presenza di problematiche di sicurezza pubblica

La strada era già stata tracciata in una precedente riunione, ma ora è diventata realtà: nell'ambito della seduta del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica è stato istituito un gruppo di lavoro che possa mettere in campo alcune azioni preventive e formative contro il disagio e il malessere giovanile.

Del gruppo di lavoro, promosso dal prefetto Salvatore Rosario Pasquariello d’intesa con il presidente della Provincia Elio Moretti e con il dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale Fabio Molinari, fanno parte anche i Servizi di Piano, il Responsabile dell’ENAIP, i Direttori socio sanitari di ATS e ASST, oltre che le Forze dell’Ordine e la Consulta studentesca con il preciso scopo di individuare idonee iniziative di varia tipologia,  prevedendo percorsi specifici per recuperare quelle forme di socialità sacrificate negli ultimi due anni a causa delle limitazioni legate alla pandemia. 

Percorsi condivisi

L'obiettivo è quello di aumentare la consapevolezza dei giovani su un percorso di legalità e di rispetto delle regole, supportando in particolare quei ragazzi che per varie ragioni sono risultati più colpiti o afflitti da fragilità. In tal modo, le iniziative già attuate sul territorio potranno assumere maggiore efficacia sulla base di un mirato coordinamento visto che gli attori coinvolti tramite il momento del confronto istituzionale potranno avvantaggiarsi di maggiori sinergie. 

Inoltre, i sindaci intervenuti si sono impegnati a rendere più organiche le progettualità avviate presso le rispettive comunità in ambito sportivo, scolastico e culturale in ragione della necessità di riattivare ogni forma di socialità nei soggetti appartenenti alle fasce di età considerate per una vera e propria ricostruzione dei rapporti interpersonali, mentre l’Ats tramite il Servizio di Tutela e Prevenzione della Salute, si è detta disponibile ad implementare la sua azione anche all’interno del costituendo Gruppo rinnovando le misure attuate nell’ambito delle cure psicologiche laddove, fra altro, sono state già apprestate linee guida raccolte in un apposito documento destinato ai Servizi sociali o agli Organi sanitari preposti in materia di patologie psichiche e psichiatriche.

I vandalismi

La questione relativa al disagio e al malessere giovanile in provincia di Sondrio è emersa dopo alcuni episodi di vandalismo  registratisi in varie località della provincia: episodi che, come confermato anche dalle Forze dell'ordine, non sono riconducibili a formazioni di gruppi abitualmente dediti a ciò e quindi più che un problema di pubblica sicurezza rappresentano una questione di carattere sociale, da affrontare, per l'appunto, con azioni sinergiche di carattere formativo e preventivo. Da qui la decisione di istituire il gruppo di lavoro presa nell'ultima seduta del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica.

           

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un gruppo di lavoro per aiutare i giovani ad affrontare i loro disagi

SondrioToday è in caricamento