Ruinon, l'inverno si avvicina e la preoccupazione degli albergatori sale

Gli operatori economici della Valfurva: «Stiamo perdendo tante prenotazioni. Ora non bastano più parole rassicuranti»

La strada bloccata durante la nevicata del 7 settembre scorso (Foto Giuseppe Cola/Facebook)

In Valfurva si è concluso il brillamento dei massi sulla sponda sinistra della “Frana del Ruinon” mentre rimangono da demolire quelli in fascia destra (verso Santa Caterina). Ancora in corso l’intubamento delle acque delle sorgenti site sopra il corpo frana ma accorre attendere almeno tre settimane per ultimare l’intervento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I giorni trascorrono inesorabili ed il tempo sta cambiando: l’inverno per Santa Caterina Valfurva (oltre 1700 mt.) non è poi così lontano e fra poco rischia di essere impraticabile anche la cosiddetta  “pista di emergenza – strada forestale”. Da qui la crescente preoccupazione di cittadini ed operatori di Santa Caterina, i quali hanno richiesto alle Istituzioni coinvolte un incontro urgente.

Quest’ultimi, per il tramite del loro legale, avv. Ezio Trabucchi, hanno chiesto altresì di verificare la possibilità formale di assegnare, con procedura d’urgenza e direttamente all’impresa appaltatrice della realizzazione della galleria (quella lunga 300 metri), i lavori sul vallo per la riapertura della strada provinciale n. 29 da e per Santa Caterina. 

L’impresa è infatti già presente in loco con uomini e mezzi, avendo già iniziato nella primavera scorsa le opere appaltate. In questo modo si potrebbe risparmiare – sostengono gli operatori - quel tempo oramai decisivo per tentare di salvare l’imminente stagione invernale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Ai clienti che chiamano per sapere del Ruinon - concludono gli operatori - non possiamo purtroppo dare ancora delle certezze e stiamo perdendo tante prenotazioni. Ora non bastano più parole rassicuranti a fronte della gravità della nostra situazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morbegno piange Alberto Vinci, l'anima del Lokalino

  • Coronavirus, focolaio tra medici ed infermieri del Morelli di Sondalo dopo una festa tra colleghi

  • Giro d'Italia, dopo la partenza da Morbegno i ciclisti protestano per pioggia e freddo: tappa accorciata

  • Coronavirus a scuola, tre nuove classi (con le insegnanti) in isolamento a Livigno

  • Il coprifuoco in Lombardia è ufficiale: firmata l'ordinanza, torna l'autocertificazione

  • Livigno annuncia l'apertura della stagione invernale 2020-2021

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento