Mercoledì, 23 Giugno 2021
Attualità

Lupo in Valtellina, Federcaccia contro il tecnico faunistico provinciale: «Dimettiti»

Cacciatori al fianco di Luca Della Bitta: «Le parole della dottoressa Ferloni fanno male, e devono far male a tutti coloro che sanno cosa sia l’agricoltura di montagna, l’agricoltura eroica. Sono uno schiaffo verso l’intera civiltà rurale alpina»

Come era immaginabile si infittisce il dibattito sulla presenza del lupo in provincia di Sondrio. Dopo le dure reazioni del sindaco di Chiavenna, Luca Della Bitta, alle dichiarazioni del tecnico faunistico provinciale, referente territoriale per i grandi carnivori, Maria Ferloni, sulla necessità di cambiare approccio nell'allevamento di ovicaprini in quota, ecco giungere il commento di Federcaccia Sondrio.

«Ci schieriamo a fianco del Sindaco di Chiavenna e Consigliere Provinciale Luca Della Bitta. E non lo facciamo come tanti diranno per aggraziarci la benevolenza della politica. Lo facciamo perché tanti nostri associati prima di essere cacciatori sono agricoltori. Vi sono sia agricoltori di professione ma anche chi l’agricoltura la vive come un integrazione al reddito, ma lo spirito che tutti li accomuna è uno solo, l’amore per la propria terra e per le proprie tradizioni. E se oggi possiamo godere di un paesaggio che tutti ci invidiano dobbiamo dire grazie a loro. Però fino a quando ce la faranno? Questo dipende dalle Istituzioni a tutti i livelli: sindaci – presidenti delle Comunità Montane – consiglieri provinciali – presidente della Provincia tutti devono lavorare (e in parte lo stanno già facendo) per aiutare questi “eroi” moderni a combattere contro l’avanzata della cultura metropolitana alla quale piace pensare che la Provincia sia una Parco Naturale per lupi ed orsi ma quando nei weekend arriva non tollera l’odore del letame» hanno dichiarato i cacciatori valtellinesi.

«Le parole della Dottoressa Ferloni mi fanno male, e devono far male a tutti coloro che sanno cosa sia l’agricoltura di montagna, l’agricoltura eroica. Sono uno schiaffo verso l’intera civiltà rurale alpina. Per questo ho apprezzato le parole del consigliere e Sindaco Luca Della Bitta alle quali spero seguano anche quelle di tanti altri amministratori. Il funzionario mi aspetto che abbia il buon senso di dimettersi!!! Se così non sarà sono certo che questa volta le istituzioni non potranno fare altro che intervenire in modo deciso» ha commentato il presidente di Federcaccia Sondrio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lupo in Valtellina, Federcaccia contro il tecnico faunistico provinciale: «Dimettiti»

SondrioToday è in caricamento