Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La frana del Ruinon non scherza, si cerca una soluzione per le famiglie di Santa Caterina

Per affrontare la nuova emergenza convocato dalla Prefettura di Sondrio il Centro Coordinamento Soccorsi. Il video dei continui smottamenti

 

Nella serata di giovedì 1 ottobre 2020, alle ore 23,02 con ordinanza provinciale, è stata disposta la chiusura cautelativa e temporanea della circolazione lungo la strada provinciale n. 29, nel tratto che collega la località di Sant’Antonio con la località di Santa Caterina del Comune di Valfurva, a seguito, come informa la Prefettura della provincia di «del sopravvenuto superamento della soglia radar di “Elevata Criticita” in 7 punti interferometrici del fronte franoso del Ruinon».

Per fare il punto della situazione il Prefetto ha convocato una riunione del Centro Coordinamento Soccorsi tenutasi in videoconferenza nella mattinata del giorno successivo, alla quale hanno partecipato il presidente della Provincia, i sindaci dei Comuni di Valfurva, Bormio e Valdisotto, i vertici delle forze dell’ordine, del comando provinciale dei vigili del fuoco e dell’Ufficio territoriale della montagna della Regione Lombardia, nonché i rappresentanti della comunità montana Alta Valtellina di Bormio, del Centro Monitoraggio Geologico dell’ARPA, dell’ANAS, dell’AREU 118 e della Croce Rossa Italiana.

Durante l’incontro si e preso atto del permanere delle condizioni di elevata criticità, che con molta probabilità si protrarranno anche durante il prossimo fine settimana a causa delle previsioni di condizioni meteorologiche avverse. In tale incontro si è convenuto di procedere con immediatezza alla ricognizione delle esigenze delle famiglie che risiedono in Santa Caterina di Valfurva visto che, considerata anche la contestuale chiusura del Passo del Gavia, risulta sostanzialmente isolata visto anche che la pista agro-silvo-pastorale  sul versante opposto alla frana è percorribile esclusivamente con mezzi speciali ed in condizioni meteo favorevoli.

Il sindaco del Comune di Valfurva Angelo Cacciotto, a tal proposito, ha comunicato che provvederà ad individuare sia i cittadini che necessitano di assistenza sanitaria, sia coloro che intendono trasferirsi, durante il periodo dell’emergenza, in immobili da prendere in locazione, ubicati nei Comuni di Bormio o Valfurva.

VIDEO/  La frana del Ruinon è "viva", immagini di Giuseppe Cola (Fb)

Potrebbe Interessarti

Torna su
SondrioToday è in caricamento