Diocesi di Como in festa per l'ordinazione di due giovani preti

Tra i due anche Don Gianluca Salini, nativo della parrocchia di San Lorenzo in Ardenno

I due novelli sacerdoti (da sinistra: don Luca Giudici; don Gianluca Salini)

Sabato 12 settembre, alle ore 10.00, in Cattedrale a Como, 'per l’imposizione delle mani e la preghiera consacratoria del Vescovo Oscar' saranno ordinati sacerdoti don Luca Giudici e don Gianluca Salini. Venerdì 11 settembre, alle ore 21.00, al Santuario di Maccio, ci sarà la Veglia di preghiera in preparazione all’ordinazione dei due giovani preti. 

«Rimandati a settembre», scherzavano, nelle scorse settimane, i due prossimi novelli pensando al rito posticipato, rispetto al mese di giugno, a causa del Covid-19. «Abbiamo vissuto mesi fuori dall’ordinario – era la loro riflessione –, tante persone hanno sofferto e continuano a soffrire per le conseguenze del coronavirus. Ci è dispiaciuto, ma in fondo è solo uno slittamento di un paio di mesi». “Vi ho chiamato amici”. Questo il motto scelto dai due futuri novelli sacerdoti per il giorno della loro consacrazione presbiterale. «È bello sapere che siamo stati chiamati da Gesù. È un rapporto di fiducia, confidenza, amore che si alimenta quotidianamente» spiega don Luca.

Don Gianluca aggiunge che la frase che accompagnerà la loro ordinazione esprime «l’invito a vivere l’amicizia umana come specchio della relazione con Lui». Don Luca Giudici è originario della parrocchia di Paré (Co), diventata poi comunità pastorale di Paré e Drezzo. Da seminarista è stato a Manera, Cagno e Maccio. Ha svolto il ministero diaconale nella comunità pastorale di Berbenno, Monastero, Pedemonte e Postalesio.

Don Gianluca Salini è nativo della parrocchia di San Lorenzo in Ardenno. Da seminarista ha prestato servizio nella parrocchia dei Santi Nazaro e Celso a Gironico; nella comunità pastorale Beato Scalabrini di Como; nella parrocchia di San Bartolomeo a Manera di Lomazzo; nella comunità pastorale di Vertemate con Minoprio. Ha svolto il ministero diaconale presso la comunità pastorale di Grosio, Ravoledo e Tiolo.

Dopo l’ordinazione sacerdotale per i due novelli è molto ricco il calendario della festa condivisa con le comunità di origine.

Per don Luca Giudici, sabato 12 settembre, alle ore 20.30, è prevista l’accoglienza sul sagrato della chiesa parrocchiale di Parè. Qui ci sarà la prima benedizione eucaristica impartita da don Luca da novello sacerdote. La Prima Santa Messa sarà domenica 13 settembre alle ore 10.00 nella chiesa a Parè. Verrà trasmessa in streaming sul canale YouTube della redazione del giornale della comunità pastorale. Sarà sufficiente collegarsi all’indirizzo: bit.ly/donlucagiudici. Sempre domenica, alle ore 20.30, ci sarà la Santa Messa concelebrata e cantata dai cori parrocchiali di Drezzo e Parè presso il parco del Santuario di Chiesa Alta. Si ricorda che a causa della limitazione della capienza delle chiese per prevenire la diffusione del coronavirus, l’ingresso in chiesa è contingentato e verrà data precedenza a coloro che saranno in possesso dell’invito di don Luca (pass).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Don Gianluca Salini alle 20.30 di sabato 12 settembre, in chiesa parrocchiale, sarà presente all’adorazione eucaristica cui seguirà la preghiera di compieta. Domenica 13, alle 10.00, sul sagrato della chiesa parrocchiale, il novello sacerdote presiederà la sua prima solenne santa Messa. L’accesso alla piazza sarà possibile dalle ore 9.00 e l’assemblea sarà suddivisa in settori in base all’ordine di arrivo. Alle 13.00, presso il Polifunzionale, sarà proposto il pranzo comunitario, al quale si potrà partecipare previa prenotazione ai numeri indicati sul sito parrocchiale. Sempre presso il Polifunzionale, in conclusione della giornata di festa, alle 20,45 sarà presentato uno spettacolo intitolato «A.D. 2050». L’accesso, che sarà contingentato (300 posti), sarà possibile a partire dalle ore 20.00 e sarà regolato con rilevamento della temperatura e registrazione dei dati, secondo le normative vigenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Droga, arrestati quattro insospettabili

  • Coronavirus, crescono i casi di positività in Valtellina e Valchiavenna

  • Coronavirus a scuola, una nuova classe in quarantena a Valfurva

  • Ecco l'autunno: freddo, neve e grandine in provincia di Sondrio

  • Coronavirus, nuovo caso all'Alberti di Bormio: un'altra classe in quarantena

  • Coronavirus, al Morelli ricoverati sopratutto anziani delle case di riposo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento