Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità Berbenno di Valtellina

Una nuova voce per “La Corsa di Sara”

Non solo sport al tradizionale evento organizzato da Arianna Fontana Fan Club: l'intervento de "La voce di una è la voce di tutte” per sensibilizzare sull'endometriosi

La settima edizione de “La Corsa di Sara”, tradizionale evento organizzato da Arianna Fontana Fan Club, è andata in onda sabato 15 giugno a Berbenno di Valtellina ascoltando qualcosa di nuovo e speciale. Non il rumore della pioggia, scesa incessantemente per tutta la giornata, ma le parole dell’associazione “La voce di una è la voce di tutte”, organizzazione no profit di volontariato che si occupa di sensibilizzare sull'endometriosi. L’endometriosi è una malattia altamente invalidante, prima causa di infertilità nella donna e colpisce più di 3 milioni di persone in Italia, almeno 190 milioni nel mondo.

La mission di questa edizione, condivisa da Arianna e da tutto il suo fan Club, è stata quella di supportare la ricerca per questa malattia, per la quale ad oggi non esiste una cura. 155 partecipanti a camminata e corsa, circa 250 cene servite dal Gruppo Alpini di Caspoggio all’interno della Palestra Comunale di Berbenno: questi i numeri dai quali uscirà il ricavato della manifestazione, che si sommerà ai circa 30mila euro donati in beneficenza nelle precedenti sei edizioni.

La corsa, valevole come terza prova del “Circuito dei Retici Balzi”, è stata dominata al maschile da Diego Rossi (Csi Morbegno), capace di chiudere in 44 minuti e 23 secondi’ i 10km con 500m di dislivello, che si sviluppano principalmente tra i sentieri della frazione di Polaggia. Alle sue spalle Niccolò Costantino (46m04s) e Jean Pierre Pedrotti (46m54sSportiva Lanzada). Al femminile vince la portacolori del Castelraider Katia Aprile (1h01m14s), che ha la meglio su Monica Bonesi (1h02m45s, Gp Talamona) e Rosita Moretti (1h03m01s, Sportiva Lanzada).

Nella camminata i più veloci sono stati i giovani Gabriele Vanini (Polisportiva Albosaggia) e Arianna Adragna (Polisportiva Albosaggia), ma i veri vincitori sono Fabio, Luca e i “muli” che hanno permesso a loro di percorrere i 4km tra le vie del paese con le joelette.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una nuova voce per “La Corsa di Sara”
SondrioToday è in caricamento