rotate-mobile
piccolo Tibet / Livigno

Vax day a Livigno, più di 600 dosi inoculate in un giorno

Soddisfatta l'Amministrazione. L'assessore Iori: "Siamo contenti che i nostri concittadini abbiano potuto effettuare la vaccinazione direttamente a Livigno"

Grande partecipazione per il secondo vax day a Livigno organizzato dal Comune in collaborazione con le autorità sanitarie. "È stata davvero una bella giornata con più di 600 dosi, quasi un record" ha commentato con soddisfazione il sindaco del Piccolo Tibet, Remo Galli, contento della grande partecipazione soprattutto di giovani e bambini.

"Abbiamo deciso di effettuare un secondo vax day straordinario a Livigno – sottolinea l’assessore alla Sanità, Michela Iori – ma aperto a tutti, in modo da dare la possibilità a coloro che non avessero avuto la possibilità di vaccinarsi di poterlo fare a due passi da casa. In collaborazione con ASST Valtellina, Areu e ATS Montagna l’Amministrazione ha voluto garantire la possibilità a tutti i cittadini di Livigno e di Trepalle di poter effettuare la vaccinazione aprendo la campagna vaccinale anche ai più piccoli con età 5-11 anni".

"L’iniziativa della seconda giornata di Vax Day a Livigno è stata accolta molto bene e già dalla prime ore di apertura prenotazioni i posti sono stati tutti prenotati immediatamente, circa 600. Siamo contenti che i nostri concittadini abbiano potuto effettuare la vaccinazione direttamente a Livigno, grazie anche alla disponibilità della sala in Plaza Placheda messa a disposizione dal presidente Luca Moretti che ringraziamo. Sono molto soddisfatta della grande partecipazione, la Sanità deve essere al primo posto della nostra Amministrazione e lavoriamo proprio con questo obiettivo, c’è un percorso da fare e quindi è giusto impegnarsi al massimo; questa seconda giornata è stata un vero e proprio apripista di questa campagna destinata anche ai più piccoli e di certo non resterà l’unica" ha aggiunto Michela Iori. 

"Ringrazio la dottoressa Iori perché si è impegnata a fondo per permettere questa giornata. Qui a Livigno non è semplice, anzi è molto complicato, riuscire a portare qui Areu. Lei ce l'ha fatta quindi complimenti. Spero davvero che i cittadini siano contenti. Noi continueremo a lavorare per mantenere la Sanità al primo posto del nostro programma elettorale" ha rimarcato infine il primo cittadino.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vax day a Livigno, più di 600 dosi inoculate in un giorno

SondrioToday è in caricamento