menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, Gallera: «A Natale serve prudenza. I vaccini? La vaccinazione di massa scatterà a febbraio»

La Regione sta studiando un piano per distribuire il vaccino a tutti i cittadini. Ecco il piano

«Il Governo ha un atteggiamento estremamente prudente, da assessore alla Sanità sono anche io portato alla prudenza. È chiaro che lo sforzo che dobbiamo fare tutti è trovare un equilibrio tra l'emergenza sanitaria e la vita economica e sociale del Paese però non è facile realizzare questo equilibrio, anche io sono portato alla prudenza nelle prossime settimane, a regole che diano comportamenti virtuosi, per poi via via allentarli magari dopo le feste». Lo ha detto l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera intervenendo nella gioranta di mercoledì 2 dicembre a RaiNews24 sul dialogo con il Governo in vista del nuovo Dpcm con le misure per il periodo natalizio.

Gallera ha inoltre ribadito che «non dobbiamo commettere l'errore che abbiamo fatto quest'estate o alla fine del primo lockdown» quando, ha detto «c'è stata un'azione quasi di rimozione psicologica come se il coronavirus fosse alle spalle e si potesse tornare alla vita di socialità». 

Il pericolo è la terza ondata

«Se torniamo nel periodo natalizio a uscire, alle cene aziendali, a fare capodanno in piazza è evidente che tutto questo porterà inevitabilmente a una terza ondata - ha affermato -. Molto probabilmente, già solo con l'allentamento che c'è avverrà, ci sarà un incremento del numero dei casi, ed è evidente che più saremo rispettosi delle regole e delle distanze più riusciremo a gestirlo in maniera efficace».

Vaccini: il piano della Regione

Per quanto riguarda il piano per la somministrazione del vaccino anti-covid "ci stiamo organizzando in stretta connessione con il Governo, abbiamo individuato 66 luoghi dove verrà stoccato il vaccino. È chiaro che le prime dosi saranno per gli infermieri e per le Rsa, stiamo acquistando anche dei furgoni con i frigoriferi interni per portarli nelle Rsa, e poi stiamo già pensando a come realizzare la vaccinazione di massa che arriverà da febbraio-marzo per tutti i cittadini, probabilmente in maniera scaglionata", ha precisato Gallera. 

«Mi risulta che il Governo abbia centralizzato gli acquisti del vaccino e di tutto quello che serve per fare in modo che il vaccino venga inoculato, mi sembra la cosa più corretta perché questo è un 'tema Paese', legato a una pandemia e a un'emergenza sanitaria nazionale», ha anche detto l'assessore rispondendo a una domanda sulla possibilità per le Regioni di acquistare una parte di dosi in autonomia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento