Venerdì, 30 Luglio 2021
Coronavirus

Vaccino covid, seconda dose eterologa a partire da domani per gli Under 60

Circa 900 i cittadini interessati in provincia di Sondrio

Sono circa 900 i cittadini della provincia di Sondrio con meno di 60 anni che riceveranno la vaccinazione eterologa, a cui cioè verrà inoculato un vaccino diverso tra prima e seconda dose.

Si tratta di coloro che, dopo la prima dose di Astrazeneca, non riceveranno più il richiamo con lo stesso vaccino, a seguito delle disposizioni di Regione Lombardia, ma a cui verrà ora somministrata un'iniezione del vaccino Pfizer.

Il via domani

Si comincia domani, con la seduta vaccinale da tempo programmata presso l'Ospedale di Sondrio per personale della scuola, Forze dell'ordine e volontari della Protezione civile, 154 in totale, gli ultimi rimasti di queste categorie, che riceveranno, per l'appunto la seconda dose con il vaccino Pfizer e non più con Astrazeneca.

Sono stati riprogrammati, invece, per sabato e domenica, tutti gli appuntamenti (circa 400) nei centri vaccinali di Sondalo, Chiavenna e Morbegno per i cittadini Under 60 che avrebbero dovuto ricevere la seconda dose di Astrazeneca il 12 e il 13 giugno: per loro (tutti già contattati telefonicamente), dunque, rinvio di una settimana e vaccinazione eterologa visto che ora il richiamo avverrà con Pfizer.

Confermati anche tutti gli appuntamenti già fissati per il richiamo nelle giornate di sabato e domenica, con le seconde dosi che, anche in questo caso, diventano eterologhe, dunque con il vaccino Pfizer, dopo la prima iniezione di Astrazeneca.

Va segnalato, infine, come all'hub vaccinale di Sondrio non fossero programmate seconde dosi sabato e domenica scorsa, così come, in questa settimana, da lunedì a venerdì non erano previste seconde dosi di Astrazeneca. 

La campagna vaccinale

In questi giorni i centri vaccinali di Sondalo, Villa di Tirano, Sondrio, Morbegno e Chiavenna continuano a lavorare a pieno ritmo per accogliere chi si era prenotato nelle scorse settimane: soprattutto trentenni e quarantenni ma anche alcuni cinquantenni e i primi ventenni che hanno beneficiato di qualche posto lasciato libero da chi ha rinunciato. I grandi numeri per i più giovani, minorenni compresi, cominceranno a partire da lunedì prossimo.

Per chi ancora non si fosse prenotato per la vaccinazione rimangono circa quattromila posti liberi per luglio, alcuni anche a fine giugno, a seconda dei centri vaccinali. Secondo le indicazioni di Regione Lombardia, i cittadini con meno di 60 anni saranno vaccinati con Pfizer e Moderna: chi è prenotato fino al 27 giugno riceverà la seconda dose 35 giorni dopo la prima, dal 28 giugno si tornerà a 21 giorni per Pfizer e a 28 per Moderna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino covid, seconda dose eterologa a partire da domani per gli Under 60

SondrioToday è in caricamento