Sabato, 25 Settembre 2021
Coronavirus

Covid, tramonta l'ipotesi delle vaccinazioni in vacanza. Fontana: «Bisognerà tornare»

Il governatore ha spiegato che la Lombardia ha posizionato meno vaccini «nelle due settimane centrali del mese di agosto»

I lombardi dovranno tornare dalle vacanze per ricevere la seconda dose del vaccino in piena estate. Lo ha detto il presiedente della Regione, Attilio Fontana, a Mattino5 su Canale 5 nella giornata di lunedì 24 maggio.

«Nel nostro piano vaccinale abbiamo cercato di mettere pochissimi richiami nelle due settimane centrali del mese di agosto, fissandoli prima o dopo — ha aggiunto Fontana —. Quando facciamo il vaccino cerchiamo di chiedere se si è presenti in quelle due settimane e si cerca di accontentare le persone anticipando o posticipando di qualche giorno. Se la cosa rientra nei parametri consentiti e non si slitta troppo lontano o troppo vicino, si cerca di dare questa opportunità. Sia chiaro: non è una garanzia, ma la possibilità che, se ci sono le condizioni, cerchiamo di concedere ai nostri cittadini».

Poi, sui rifiuti ad AstraZeneca ha dichiarato: «Da noi solo lo 0,5% rifiuta AstraZeneca. La cosa che mi lascia perplesso (a proposito della richiesta fatta al commissario Figliuolo di ricevere le dosi rifiutate nelle altre regioni - ndr) è che la risposta non sia stata positiva, perché se facciamo un passo avanti noi, lo fa tutto il Paese. Però così è».

«Spero che la mascherina all'aperto si possa togliere a breve»

Il governatore ha poi parlato del possibile stop all'utilizzo delle mascherine: «Mi auguro che la mascherina la si possa togliere definitivamente — ha chiosato —. Da quello che si respira negli incontri, da metà o fine luglio potremmo togliercela, anche se alla fine ci si abitua. Non è un dramma insuperabile. È peggio la mancanza di socialità».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, tramonta l'ipotesi delle vaccinazioni in vacanza. Fontana: «Bisognerà tornare»

SondrioToday è in caricamento