Venerdì, 22 Ottobre 2021
Coronavirus

Vaccino covid, i 60enni lombardi si potranno prenotare solo con arrivo di nuove dosi

Per gli over 60 il portale di Poste Italiane sarà utilizzabile solo dopo che il commissario straordinario Figliuolo avrà indicato quante dosi di vaccino sono arrivate. Le parole del presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana

I lombardi tra i 60 e i 69 anni potranno registrarsi per ricevere il vaccino anti covid non appena si avrà la certezza delle prossime forniture di dosi. Lo ha detto il presidente della Lombardia Attilio Fontana durante la sua visita di lunedì 12 aprile al centro vaccinale della Fabbrica del Vapore di Milano.

«Ad ora - ha sottolineato il governatore - sono state effettuate 2,7 milioni di dosi di vaccino, con una percentuale dell'82% delle dosi consegnate e con una media consolidata giornaliera sopra i 47mila vaccini. Abbiamo finito di vaccinare tutti gli over 80 che si sono iscritti alla piattaforma. Per quanto riguarda quelli che non possono essere vaccinati perché allettati, sono stati presi in carico dalle Ats e dalle Asst con le loro squadre mobili e varranno vaccinati nelle prossime settimane». 

«È stato vaccinato il 100% delle Rsa - ha continuato ancora Fontana - sia per quanto riguarda gli ospiti che i medici, e tra i medici e l'89% ha ricevuto anche la seconda vaccinazione. Coloro che non hanno aderito, potranno iscriversi al nuovo portale delle Poste Italiane - quanto alla fascia dai 70 ai 79 anni, ha aggiunto - prevediamo che nelle prossime due settimane si possa completare anche questa fascia d'età».

Per gli over 60, appunto, il portale sarà utilizzabile solo dopo che, nei prossimi giorni, il commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo avrà indicato quante dosi di vaccino sono arrivate. Per quanto concerne gli insegnanti, in seguito al provvedimento dello stesso generale, Fontana ha spiegato come siano state sospese le somministrazioni salvo che per coloro che avevano già effettuato l'iscrizione e ottenuto un appuntamento: per questa categoria sarà invece completata la somministrazione. Molti docenti, però, non erano riusciti a prenotare proprio per colpa della piattaforma di Aria, la società della Regione, ormai sostituita con il portale di Poste Italiane.

«Per quanto riguarda i disabili gravi - ha aggiunto il governatore - ai sensi della legge 104, abbiamo avuto solo da poco tempo gli elenchi e abbiamo raggiunto un accordo con i medici di base, attraverso i quali verranno iscritti e presi in carico dalle Ats per le vaccinazioni».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino covid, i 60enni lombardi si potranno prenotare solo con arrivo di nuove dosi

SondrioToday è in caricamento