Coronavirus

Vaccino covid, il più usato in Lombardia è Pfizer

Nell'ultima settimana il 64% dei vaccini inoculati in Lombardia era prodotto da Pfizer. Si punta ad almeno una dose per l'80% dei lombardi

L'equazione è facile: più dosi ci sono più vaccinazioni si fanno. E visto che adesso il preparato anti-covid non scarseggia più la campagna vaccinale lombarda sta accelerando. I dati pubblicati quotidianamente dal Ministero della Salute sono la prova: dal 4 giugno la macchina vaccinale lombarda — che fino a due mesi fa era in grande difficoltà non solo per la mancanza di farmaci — ha ricominciato a superare quota 100mila punture al giorno. In una settimana (dal 31 maggio al 6 giugno) sono tate inoculate 664mila dosi di vaccino, poche settimana fa per raggiungere questo traguardo servivano due mesi di lavoro incessante (dal 27 dicembre al 25 febbraio sono state inoculate 655mila dosi).

Attualmente la campagna vaccinale sta principalmente procedendo con vaccini prodotti da Pfizer/Biontech: nell'ultima settimana (31 maggio - 6 giugno) ne sono stati somministrati 421 mila (il 64% del totale), segue Janessen (104mila), 85mila preparati di Vaxzevria (AstraZeneca) e 53mila dosi di Moderna. Nei frigoriferi della Lombardia restano 134mila dosi di Pfizer, 225mila di Vaxzevria (AstraZeneca), 23mila di Janessen e 63mila di Moderna.

La Lombardia vuole somministrare almeno una dose di vaccino all'80% dei lombardi entro fine luglio

"A oggi siamo vicini all'immunità di comunità, che si raggiunge con circa il 70% della popolazione vaccinata dai 12 anni in su. Questa è la situazione in Lombardia. Speriamo di arrivarci prima di settembre all'80% di vaccinati, sempre considerando le varianti, ma siamo pronti a eventuali code di Covid". Lo ha detto la vicepresidente della Lombardia, Letizia Moratti, a margine dell'inaugurazione dell'hub vaccinale di Unipol nella giornata di lunedì.

"In Lombardia - ha sottolineato - oggi siamo a 6,6 milioni di prime dosi somministrate, e anche questo sabato e domenica abbiamo superato le 100mila somministrazioni al giorno. Confermo che siamo in grado di arrivare a 144mila dosi al giorno nei nostri centri massivi. Con 100mila vaccinazioni al giorno - aggiunge - arriveremo a una prima dose a tutti gli aventi diritto entro il 30 luglio, se le dosi saranno maggiori abbiamo ipotizzato il 10 luglio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino covid, il più usato in Lombardia è Pfizer

SondrioToday è in caricamento