Coronavirus, i risultati dei test sierologici dell'ATS della Montagna: positivo il 9,5% degli operatori sanitari

Tutti i soggetti risultati positivi dovranno completare l’esame con un tampone nasofaringeo. I dati ufficiali

Nelle scorse ore l'ATS della Montagna ha reso noti i risultati dei primi test sierologici covid-19 svolti in Valtellina, Valcamonica e Alto Lario. In questa prima fase, sono rivolti a specifiche categorie di cittadini che sono chiamati direttamente ad effettuare il prelievo ematico dall’ATS:

  • operatori sanitari ASST (privilegiando in primis il personale che opera nelle aree di pronto soccorso, aree critiche e aree con pazienti particolarmente fragili, come oncologici, ematologici, dializzati, immunodepressi) e poi a tutti gli altri e ATS

  • contatti stretti (sia sintomatici che asintomatici) di un caso positivo se non hanno ancora terminato il periodo di isolamento fiduciario

  • soggetti sintomatici segnalati da MMG/PDF/CA che non hanno avuto contatti con un caso dopo la risoluzione dei sintomi.

Nell’ATS della Montagna, grazie alla collaborazione con le due ASST del territorio, sono stati attivati 6 punti prelievo (Bormio, Sondalo, Tirano, Sondrio, Morbegno e Chiavenna) in Valtellina e Valchiavenna; 2 Punti prelievo in Valcamonica (Edolo e Esine)

Dalla prossima settimana sarà aperto anche un punto prelievo presso l’Ospedale di Gravedona per i cittadini residenti nell’ambito territoriale di Dongo. I prelievi hanno preso avvio nei giorni 1-2 e 3 maggio in Valcamonica.

Sono state invitate 598 persone rientranti nelle categorie previste; di queste si sono presentate a fare il prelievo 467 con un’adesione del 78%. I risultati sulla popolazione hanno dato 278 positivi (59,5%) 182 negativi (39%) e 14 con esito dubbio (3%). Sono stati anche testati 284 operatori sanitari di cui 27 (9,5%) con esito positivo e 257 (90,5) con esito negativo. Quest'ultimo è il dato più interessante disponibile ad oggi visto che le altre persone sottoposte al test sono persone che presumibilmente abbiano passato del tempo a stretto contatto con soggetti positivi.

Dal 5 maggio i prelievi hanno preso avvio anche nel distretto di Valtellina e Valchiavenna e da lunedì 11 maggio iniziano anche presso l’Ospedale Moriggia Pelascini di Gravedona. Tutti i soggetti risultati positivi al test sierologico dovranno completare l’esame con un tampone nasofaringeo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in Svizzera, scosse percepite anche in provincia di Sondrio

  • Coronavirus, lunedì si decidono le sorti della Lombardia: lo spettro del lockdown

  • Coronavirus in Italia: si va verso un nuovo lockdown

  • Svizzera, neve e buio coprono i massi caduti sui binari: treno deraglia

  • Coronavirus, focolaio nel pronto soccorso di Livigno: contagiati infermieri e autisti

  • Cosio Valtellino, grave bambino di 7 anni investito sulla vecchia statale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento