Chiesto l'esercito per la Lombardia: altra stretta in arrivo

Il presidente di regione Lombardia a colloquio col premier Conte

Lombardia sempre più in guerra con il Coronavirus, tra l'arrivo dei militari per pattugliare le strade al panico collettivo con la corsa ai supermercati, passando per i casi in crescita anche in Valtellina e Valchiavenna, che preoccupano. 

Giovedì sera il presidente di regione Attilio Fontana, ha fatto sapere di aver sentito telefonicamente il premier Giuseppe Conte per far approvare misure più rigide per cercare di contenere l'emergenza. Il governatore - ha annunciato lui stesso con un post su Facebook - ha richiesto "misure stringenti, dopo aver fatto presente la situazione sempre più grave che sta vivendo la Lombardia".

Coronavirus, Esercito e stretta sui negozi

Queste le proposte del presidente di regione a Conte: "Utilizzo dell’Esercito come presidio, insieme alle Forze dell’Ordine, per garantire il ferreo rispetto delle regole vigenti, partendo dalle ‘corsette’ e dalle passeggiate in libertà", "chiusura degli studi professionali e degli uffici pubblici, salvo per le attività indifferibili", "fermo dei cantieri" e "uteriore limitazione delle attività commerciali", con i supermercati e i negozi aperti che potrebbero seguire orari diversi.

"Spero - ha concluso il governatore - in aggiornamenti nelle prossime ore per capire se e in quale direzione il Governo vorrà muoversi".

Mattarella chiama Fontana: "Ok a militari"

La nuova strada, almeno per l'impiego dei militari, ormai sembra comunque tracciata, anche perché è già arrivato il via libera del ministro della Difesa, Lorenzo Guerini: "D'intesa con il ministro dell'Interno Lamorgese ho dato piena disponibilità all'utilizzo dei militari impegnati in 'Strade Sicure' per la gestione dell'emergenza coronavirus - ha spiegato -. Le Forze Armate sono pronte a fare la loro parte".

D'accordo anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che venerdì mattina ha telefonato a Fontana per esprimere "la vicinanza e la solidarietà dell'intero Paese alla Lombardia". 

"Durante il colloquio - ha fatto sapere il governatore - ho rinnovato al Presidente Mattarella la necessità di utilizzare l'Esercito a supporto delle Forze dell'ordine per rendere più serrata e stringente la rete dei controlli mirati al rispetto delle regole. Mi sembra di poter dire che il Presidente Mattarella abbia condiviso la mia richiesta diretta al bene e alla tutela della salute della collettività". 

"Il Presidente della Repubblica - ha concluso il governatore - mi chiesto di portare il suo saluto a tutti i lombardi e in particolare ai medici, agli infermieri, ai volontari, che combattono con instancabile tenacia questa battaglia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in Svizzera, scosse percepite anche in provincia di Sondrio

  • Giro d'Italia, dopo la partenza da Morbegno i ciclisti protestano per pioggia e freddo: tappa accorciata

  • Il coprifuoco in Lombardia è ufficiale: firmata l'ordinanza, torna l'autocertificazione

  • Svizzera, neve e buio coprono i massi caduti sui binari: treno deraglia

  • Cosio Valtellino, grave bambino di 7 anni investito sulla vecchia statale

  • Ammutinamento dei ciclisti al Giro, il direttore di corsa Vegni: «Figuraccia, qualcuno pagherà»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento