menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, la pressione sugli ospedali della provincia di Sondrio: sette decessi nelle ultime 48 ore

Dall'inizio della pandemia le strutture ospedaliere di Valtellina e Valchiavenna hanno accolto quasi 1400 malati

Aumentano, seppur di poco, i ricoverati nelle strutture covid-19 della provincia di Sondrio, e cresce il numero dei decessi: ad oggi risultano in cura 198 pazienti. Si trovano perlopiù all'Ospedale di Sondalo ma anche in quello di Chiavenna, 14, e all'Obi di Sondrio, 5. I malati più gravi, ricoverati nella Terapia intensiva al quarto padiglione del Morelli, sono attualmente 13. Negli ultimi due giorni sono stati ricoverati altri 51 malati: dall'inizio della pandemia, a marzo, si arriva a quasi 1400 complessivamente, ma ci sono state anche 40 dimissioni, oltre ad alcuni trasferimenti di pazienti negativizzati nei reparti interni non covid. Da lunedì a questa mattina alle 10 si sono registrati sette decessi, cinque donne e due uomini, uno nato negli anni Venti, quattro negli anni Trenta e due negli anni Quaranta. Per quanto riguarda i morti il totale di novembre è di 66, 84 da settembre nella seconda ondata.

Chiavenna

All'Ospedale di Chiavenna ai 12 pazienti risultati positivi sabato scorso, se se sono aggiunti altri tre nelle ultime ore, per un totale di 15 sui 25 che erano ricoverati nel reparto di Medicina. Quasi tutti presentano soltanto lievi sintomi e vengono seguiti a Chiavenna, isolati in un reparto a loro dedicato. Soltanto uno nei giorni scorsi era stato trasferito al Morelli al manifestarsi dei segnali di un probabile aggravamento delle sue condizioni di salute.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Chiuro in lutto, il covid si è preso don Attilio Bianchi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento