Venerdì, 22 Ottobre 2021
Coronavirus

Coronavirus, Saportito: «Al Morelli equilibrio precario»

Il commento del direttore generale di Asst Valtellina e Alto Lario sulla situazione nell'ospedale covid-19 della provincia di Sondrio: «Siamo ancora molto preoccupati e la pressione sulle strutture ospedaliere e sul personale non cala ma ci auguriamo che possa iniziare presto la discesa»

Dal deciso peggioramento riscontrato lo scorso fine settimana al timido miglioramento registrato a partire da martedì: i ricoverati al Morelli, ospedale covid-19 della provincia di Sondrio, sono 128, 12 in meno di tre giorni fa. Dopo settimane lo scarto tra dimessi e nuovi malati è tornato ad essere positivo, con i primi che superano i secondi, 33 contro 25, e comincia a scendere la media giornaliera dei ricoveri. Purtroppo, da martedì si contano altri quattro decessi, due donne e due uomini, di cui due nati negli anni Trenta, uno negli anni Quaranta e uno negli anni Sessanta. I pazienti in gravi condizioni in Terapia intensiva sono 12.

«Siamo in una situazione di equilibrio precario - sottolinea il direttore generale Tommaso Saporito -: questo timido segnale di una diminuzione dovrà essere confermato nelle prossime settimane. Siamo ancora molto preoccupati e la pressione sulle strutture ospedaliere e sul personale non cala ma ci auguriamo che possa iniziare presto la discesa. Perché si verifichi, oltre al fondamentale contributo assicurato dalla campagna vaccinale, serve la collaborazione dei cittadini che devono essere consapevoli dei rischi connessi a comportamenti imprudenti. I contagi continuano ed è necessario adottare con rigore le misure di sicurezza consigliate».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Saportito: «Al Morelli equilibrio precario»

SondrioToday è in caricamento