Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Coronavirus

Coronavirus, i ricoverati scendono a 129. Al Morelli riaperta la Medicina

Diminuiscono i ricoverati, ma resta alto il numero di nuovi pazienti e decessi

All'inizio della settimana delle festività natalizie, il bilancio per quanto riguarda i malati covid-19 ricoverati nelle strutture ospedaliere della provincia di Sondrio è in chiaroscuro: alla seppure lieve ma costante diminuzione dei posti letto occupati, oggi 129, otto in meno rispetto a giovedì scorso, si contrappongono numeri ancora preoccupanti sul fronte dei nuovi ricoveri e dei decessi. Inoltre, i pazienti gravi curati in Terapia intensiva sono 11. Negli ultimi quattro giorni si sono registrati altri 28 ricoveri e nove decessi, sette uomini e due donne, di cui due nati negli anni Venti, quattro negli anni Trenta, uno negli anni Quaranta e due negli anni Cinquanta. 

Nell'Ospedale di Chiavenna non ci sono pazienti positivi al covid-19, nemmeno nel reparto di Osservazione breve intensiva che ospita temporaneamente chi deve essere trasferito al Morelli. Gli Obi di Sondrio e di Sondalo ospitano attualmente un totale di sette pazienti.

La notizia positiva riguarda l'Ospedale Morelli dove da questo pomeriggio è stato riaperto il reparto di Medicina: i quattro malati che erano stati temporaneamente trasferiti al quinto padiglione hanno fatto ritorno al secondo. La riduzione della pressione sul presidio, con la chiusura di un reparto covid-19 al quarto padiglione, ha consentito di destinare medici e infermieri alla Medicina.

«Non appena la pressione sul sistema sanitario si riduce - spiega il direttore generale Tommaso Saporito - siamo pronti a ripristinare i servizi: ci auguriamo che la situazione continui a migliorare nei prossimi giorni per procedere con la riapertura degli altri reparti». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, i ricoverati scendono a 129. Al Morelli riaperta la Medicina

SondrioToday è in caricamento