Riapertura della Lombardia il 3 giugno? Lo scetticismo degli scienziati: "Troppo rischioso"

Si va verso un'altra settimana "blindata" per la Lombardia. Giovedì 29 maggio la data decisiva

Il rischio che, a differenza delle altre regioni italiane, da mercoledì 3 giugno 2020 la Lombardia rimanga chiusa "per almeno un'altra settimana" è concreto. I nuovi casi in regione di Covid-19 sono ancora mediamente più di 100 al giorno. Troppi, secondo gli scienziati consulenti del Pirellone e del governo. Riaprire i confini (e mandare i lombardi in massa in altre regioni) sarebbe un rischio troppo elevato.

In merito agli eventuali spostamenti extraregionali, "in termini generali si è ritenuto opportuno attendere quantomeno il flusso dei dati fino a giovedì per effettuare valutazioni più circostanziate". La data decisiva, quindi, sono lo stato dei contagi del 29 maggio per capire fino a dove ci si può spingere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È quanto si legge nella nota congiunta del ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia e del presidente della Regione Attilio Fontana, diffusa al termine dell'incontro che si è tenuto a Palazzo Lombardia nelle scorse ore. L'incontro è stato definito da entrambi "utile e positivo". "Ci siamo confrontati in termini di carattere generale, sulla situazione della Lombardia e dell'intero Paese - spiegano Boccia e Fontana - e abbiamo condiviso quanto sia importante non abbassare la guardia. Gli sforzi compiuti dai lombardi e dagli italiani sono stati grandi e non possono essere vanificati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Droga, arrestati quattro insospettabili

  • Ecco l'autunno: freddo, neve e grandine in provincia di Sondrio

  • Coronavirus a scuola, una nuova classe in quarantena a Valfurva

  • Coronavirus, nuovo caso all'Alberti di Bormio: un'altra classe in quarantena

  • Coronavirus, crescono i casi di positività in Valtellina e Valchiavenna

  • Coronavirus, al Morelli ricoverati sopratutto anziani delle case di riposo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento