menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus a Teglio, in una settimana raddoppiano i contagi

Il sindaco Elio Moretti ha fatto il punto della situazione rispetto ai contagi nel territorio comunale di Teglio

Continua a crescere il numero delle persone positive al coronavirus. Se domenica scorsa a Teglio erano 9 le persone colpite dal covid-19, oggi, domenica 8 novembre, sono 19. A descrivere la situazione venutasi a creare nel territorio comunale di teglio il sindaco Elio Moretti.

«Come domenica scorsa - ha dichiarato Elio Moretti - voglio analizzare la situazione e segnalare i cambiamenti avvenuti nel nostro comune. La curva dei contagi e di conseguenza dei contatti è in continua evoluzione, basta un dato che ritengo significativo: sui tamponi eseguiti la percentuale dei positivi in provincia di Sondrio in pochi giorni è quasi raddoppiata. Da questa semplice analisi se ne deduce facilmente che anche nel nostro comune la curva dei contagiati e dei soggetti in isolamento fiduciario è salita. Rispetto a domenica scorsa, oggi 8 novembre, i casi sono aumentati infatti abbiamo su tutto il territorio comunale 19 casi positivi. Di questi 5 sono ricoverati in struttura ospedaliera e 14 sono in isolamento presso il loro domicilio, di cui uno presso il comune di Milano ed uno di Tirano. Come mia consuetudine li contatto telefonicamente e dove non è possibile parlo con i loro familiari, a tutti loro va il mio sincero augurio di una pronta guarigione».

«Per quel che riguarda i contatti di casi positivi  - prosegue Moretti - il numero rispetto a domenica cresce in misura esponenziale, questo perché l’istituto comprensivo di Teglio ha provveduto, sulla base dei protocolli in essere, a chiudere la sezione A della scuola dell’infanzia a Teglio formata da 17 alunni che sono in isolamento fiduciario e da domani sarà chiusa anche la 3 A della primaria di Teglio che comprende 12 bambini. Ad oggi, in totale, le persone in isolamento fiduciario sono 64».

«Per quanto riguarda la nostra Casa di Riposo la situazione al momento è uguale a quella della settimana scorsa. Mi preme evidenziare che le strutture ospedaliere provinciali stanno dando un segnale di sofferenza, soprattutto si registra apprensione per il numero inadeguato di personale che non si riesce a reperire. Non nascondo la preoccupazione per l’attuale situazione che cambia rapidamente, ma voglio credere che le nuove misure, adottate settimana scorsa dal Governo, possano contribuire in maniera significativa ad invertire questo trend».

«Dobbiamo fare tutti insieme la nostra parte - conclude il primo cittadino di Teglio - rispettando tutte le indicazioni e questo è il nostro fondamentale contributo al rallentamento, speriamo, della diffusione del virus. Questo è il quadro reale del nostro comune da chi lo vive quotidianamente e cerca di trovare le soluzioni più efficaci per le persone ammalate ed i loro familiari. E’ con questi numeri che io e la mia amministrazione ci confrontiamo giornalmente, con il variare repentino della situazione di giorno in giorno, con i problemi reali di chi il covid lo sta subendo e con le persone che spesso chiedono il perchè del rispetto delle regole imposte. L’esperienza acquisita in primavera, con la prima ondata della pandemia, permette a me e al mio gruppo di lavorare in silenzio compatti per il bene di tutti nessuno escluso e con la consapevolezza che altre persone si ammaleranno che altre classi saranno chiuse, continueremo ad andare avanti cercando sempre le migliori soluzioni per i problemi che si presenteranno fino a quando questa nuova ondata non sarà finita».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento