Coronavirus

Ardenno, un abbraccio "sicuro" per gli ospiti della "Casa San Lorenzo"

Grazie alla donazione di un sensibile imprenditore gli anziani della casa di riposo sono tornati ad incontrare i loro cari in tutta sicurezza

Una "porta" per ritrovarsi. Grazie alla generosità ed alla disponibilità del signor Alberto, titolare dell'azienda C.M.M. LAB di Mandello del Lario, in provincia di Lecco, la "Casa San Lorenzo" di Ardenno ha potuto riaprire le visite agli anziani ospiti da parte dei loro cari, in totale sicurezza. Installata e già in funzione da qualche giorno, la "porta degli abbracci" permette alle ospiti di tornare ad un contatto fisico "sicuro", dopo mesi di isolamento e distanze forzate a causa della pandemia in atto. 

Considerata la forte importanza che "Casa San Lorenzo" conferisce alle relazioni affettive delle sue ospiti, la donazione, accolta con molto entusiasmo, ha permesso di poter di nuovo dare la giusta importanza ad un bisogno così fondamentale come è la vicinanza dei propri familiari. «Vogliamo ringraziare infinitamente il signor Alberto e la sua azienda che, in un momento così delicato come quello che ci troviamo a vivere, hanno compiuto un gesto di grande generosità ed umanità» hanno commentato da "Casa San Lorenzo".

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ardenno, un abbraccio "sicuro" per gli ospiti della "Casa San Lorenzo"

SondrioToday è in caricamento