Coronavirus, altri 6 decessi nelle ultime 24 ore in provincia di Sondrio

Ora i valtellinesi e valchiavennasci contagiati sono 795

Nelle ultime 24 ore in Valtellina e Valchiavenna sono morte 6 persone a causa del coronavirus. Un numero che colpisce dopo giornate in cui il numero di deceduti giornaliero era più contenuto. Era dal 7 aprile scorso, infatti, che non si segnalavano 6 o più decessi in provincia di Sondrio. Ora sono 126, secondo i dati forniti dall'ATS della Montagna, i valtellinesi e valchiavennaschi periti a causa del covid-19.

I casi

Aumentano sensibilmente i positivi al tampone nelle ultime 24 ore. I nuovi contagi verificati di coronavirus in provincia di Sondrio sono stati 18. Ora i casi totali sono 795.

Non si segnalano nuovi casi di contagio a Sondrio nell'ultima giornata, dove i positivi sono rimasti 114 mentre a Tirano se ne contano 52 (1 in più rispetto a ieri). A Morbegno i positivi al tampone sono diventati 56, 4 in più rispetto al dato precedente.

Il bollettino di martedì 31 marzo 2020 dell'ospedale Morelli di Sondalo

Sono sempre 68, su 77 totali, i comuni di Valtellina e Valchiavenna coinvolti dall'epidemia.

I dimessi e guariti

Cresce ancora il numero delle persone definitivamente guarite dal coronavirus. Oggi i guariti dalla malattia sono 10. Dall'inizio dell'emergenza sono 147.  

Le persone dimesse dall'ospedale dopo un ricovero per coronavirus, infine, sono diventate 277, 4 in più nelle ultime 24 ore.

Di seguito i dati forniti nella giornata odierna, comune per comune:

contagio covid 24 aprile-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ponte in lutto per la morte della giovane Teresa

  • Nuova Olonio, sradicano il bancomat nella notte: ladri in fuga

  • Violenza e minacce contro la fidanzata: denunciato 25enne

  • Sondrio, dà fuoco al palazzo comunale: preso grazie ad un cittadino coraggioso

  • Da domenica la Lombardia diventa zona arancione: la conferma del Governo

  • Arriva l'inverno in Valtellina e Valchiavenna: previste le prime nevicate

Torna su
SondrioToday è in caricamento