menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus: al Morelli di Sondalo nessun decesso, ma tre nuovi ricoveri

«È comprensibile che tutti vogliano tornare alle vecchie abitudini e alla vita di sempre - sottolinea il direttore generale Tommaso Saporito - ma bisogna capire che questo avverrà soltanto se continueremo a rispettare le regole e ad adottare le precauzioni consigliate»

Alla vigilia del lockdown, il termine inglese utilizzato per dare un nome ai quasi due mesi di blocco delle attività e di isolamento disposti per contenere la diffusione del coronavirus, i dati aggiornati a questa mattina alle 10 del Morelli ospedale covid-19 sono positivi in parte, con nessun decesso e una dimissione ma ancora tre ricoveri. Oggi risultano ricoverati nei reparti covid-19 dell'Ospedale Morelli 122 pazienti, 66 donne, e 56 uomini, erano 134 una settimana fa, sempre 66 donne ma 68 uomini, oggi questi ultimi sono 12 in meno. Nell'ultima settimana, la nona dalla trasformazione in ospedale covid-19, sono stati ricoverati 26 nuovi pazienti, in diminuzione rispetto ai 33 della settima e ai 30 dell'ottava. Non così per i decessi, purtroppo: 11 questa settimana contro i sette della precedente. L'attenzione del personale sanitario impegnato per l'emergenza è ancora alta e l'impegno straordinario. 

Nell'ultima settimana è ulteriormente calata la pressione sui reparti: oggi i malati in cura sono 122

«È comprensibile che tutti vogliano tornare alle vecchie abitudini e alla vita di sempre - sottolinea il direttore generale Tommaso Saporito -, ma bisogna capire che questo avverrà soltanto se continueremo a rispettare le regole e ad adottare le precauzioni consigliate. Quindi da domani nulla dovrà cambiare rispetto alle nuove consuetudini: indossare guanti e mascherina, mantenere la distanza di sicurezza, lavare accuratamente e con frequenza mani e superfici sono comportamenti da mantenere, anche con maggiore accuratezza, poiché le uscite da casa esporranno a pericoli maggiori. Non abbiamo sconfitto il coronavirus, non ancora almeno, ma dobbiamo imparare a convivere con il rischio e ad azzerarlo. Se tutti si comporteranno nella maniera più appropriata non assisteremo al ritorno dei contagi: confidiamo nel buonsenso delle persone«».

Per quanto riguarda i tamponi, quelli effettuati fino a ieri dal personale dell'Asst sono oltre 4700, di cui 1444 positivi. Tra questi ultimi, va precisato, sono compresi sia le persone sottoposte al test per la prima volta, che corrispondono quindi a nuovi contagi, che i pazienti di cui era già nota la positività che vengono controllati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento