menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, il possibile scenario: da lunedì 11 gennaio Lombardia in zona arancione?

Contagi (e Rt) in risalita. Si studiano le contromosse in attesa del report dell'Iss

La Lombardia, dopo i due giorni di zona gialla e il weekend arancione, potrebbe venire collocata in zona arancione a partire da lunedì 11 gennaio 2021. Lo scenario non è del tutto peregrino, ma è presto per le certezze. I tecnici dell'Istituto superiore di sanità e del Ministero della Salute stanno ultimando il report che servirà a prendere decisioni (è atteso tra giovedì e venerdì), che conterrà anche l'Rt della settimana precedente: un valore che dovrebbe attestarsi a 0,99 a livello nazionale. Come è noto, le soglie di Rt sono state recentemente abbassate: con Rt pari a 1 si entra in zona arancione, se pari a 1,25 in zona rossa.

A preoccupare è l'aumento dell'incidenza di contagi in Lombardia negli ultimi sette giorni (fino al 6 gennaio) rispetto ai sette giorni precedenti: +45,3% rispetto alla media nazionale di +28%. A livello provinciale, i territori con segno meno in Italia sono meno di una decina. Altre Regioni sono messe ancora peggio: Abruzzo, Sicilia, Basilicata e Provincia di Bolzano. Sopra la media anche Campania, Marche, Emilia e Lazio. Non è però sulla base del semplice aumento dei contagiati che si valuterà il passaggio da un colore all'altro: più determinante l'indice Rt, e la Lombardia supererebbe il valore 1 nella sua media. 

Aumentano le chiamate al 118

A dare manforte al passaggio a regole più restrittive diversi scienziati, secondo i quali il Coronavirus va anticipato e non inseguito. Si rischia invece di intervenire quando i contagi sono già "ri-schizzati" in alto. In particolare, la "curva di incidenza" (numero di casi ogni 100 mila abitanti) è tornata a risalire: il valore sfiora 200 casi (196 per l'esattezza) a livello nazionale contro i 150 del 29 dicembre. In Lombardia siamo a 151 contro i 104 del 30 dicembre anche se va detto che il 13 novembre si era toccata quota 613 casi ogni 100 mila abitanti in Lombardia. La curva era nettamente scesa, ma sta risalendo e ciò sarebbe testimoniato anche dal nuovo aumento di chiamate al 118 (che però potrebbe essere dovuto anche ai medici di famiglia in ferie).

La soluzione: mezza Italia in zona arancione?

Secondo Fondazione Gimbe, i dati mostrano la risalita della curva dei contagi a cavallo di Capodanno, dopo sei settimane di calo. A ciò si accompagnano la riduzione dei tamponi effettuati (-20,9% nel periodo 23 dicembre-5 gennaio rispetto al periodo precedente) e una impennata di casi positivi rispetto ai tamponi (30,4% dal 30 dicembre al 5 gennaio). E' possibile che questo rappresenti un inizio di "terza ondata", oppure semplicemente che sia l'effetto della zona gialla quasi nazionale (eccetto Campania e Abruzzo) prima del periodo di Natale; gli effetti delle restrizioni natalizie, invece, non si vedranno prma di metà gennaio.

E' però possibile che, dall'11 al 15 gennaio, alcune Regioni saranno collocate nel "purgatorio" della zona arancione, per tentare di frenare questa risalita delle curve.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Chiuro in lutto, il covid si è preso don Attilio Bianchi

Attualità

Bambini, apre a Sondrio il negozio di giocattoli "Città del sole"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento