Coronavirus, focolaio nel pronto soccorso di Livigno: contagiati infermieri e autisti

Numerosi positivi al covid-19 nel Punto di primo intervento livignasco

Un nuovo focolaio da coronavirus negli ospedali della provincia di Sondrio. Dopo il reparto di Medicina dell'ospedale Morelli di Sondalo, oltre ai casi conclamati di positività per un medico della Pediatria di Sondrio e per un collega del reparto di Chirurgia di Chiavenna, è il turno del Punto di primo intervento di Livigno.

Sarebbero una decina gli operatori sanitari, tra infermieri ed autisti dei mezzi di soccorso, ad esser risultati positivi al covid-19. Nella maggior parte dei casi si tratta di casi asintomatici anche se un infermiere si trova ricoverato presso l'ospedale Morelli di Sondalo. Come confermato da Asst Valtellina e Alto Lario la situazione è delicata viste le non poche difficoltà di gestione causate dall'assenza di numeroso personale.

Come prassi, le autorità sanitarie hanno prontamente applicato il protocollo che prevede i controlli immediati su pazienti e dipendenti, contestualmente alla messa in isolamento dei positivi al tampone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ponte in lutto per la morte della giovane Teresa

  • Coronavirus, firmato il decreto legge che "blinda" Natale e Capodanno

  • Nuova Olonio, sradicano il bancomat nella notte: ladri in fuga

  • Da domenica la Lombardia diventa zona arancione: la conferma del Governo

  • Arriva l'inverno in Valtellina e Valchiavenna: previste le prime nevicate

  • Nonna Maria, la valtellinese di ferro: a 101 anni ha sconfitto due volte il covid (e la Spagnola)

Torna su
SondrioToday è in caricamento