menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Coronavirus, focolaio tra medici ed infermieri del Morelli di Sondalo dopo una festa tra colleghi

L'Asst Valtellina ha già chiuso il reparto di Medicina e spostato i pazienti in altri ospedali

Una decina di sanitari, tra medici ed infermieri, del reparto di Medicina generale dell'ospedale Morelli di Sondalo sono risultati positivi al coronavirus dopo aver partecipato ad una festa tra colleghi una decina di giorni fa. Un focolaio a tutti gli effetti nato in uno dei luoghi dove non dovrebbe mai "accendersi" una corsi d'ospedale, luogo deputato alla tutela dei più fragili.

Disposta immediatamente la chiusura del reparto con il conseguente trasferimento dei pazienti nelle altre strutture ospedaliere della provincia di Sondrio. Parallelamente sono stati messi in campo tutti i protocolli anti-covid per isolare i contagiati, rintracciare le persone con cui sono venuti a contatto oltre che sanificare gli ambienti frequentati.

«Quanto è successo deve servire da monito riguardo i comportamenti che ciascuno di noi deve tenere. Occorre la massima attenzione perché tutti, nessuno escluso nei propri ambiti lavorativi, possono essere infettati, anche gli operatori della sanità» ha commentato ad Ansa il direttore sanitario dell'Asst Valtellina e Alto Lario, Giuseppina Ardemagni.

Aggiornamento

Lungo il pomeriggio di sabato 17 ottobre 2020 l'Asst Valtellina e Alto Lario ha disposto la riapertura del reparto di Medicina generale chiuso a causa della scoperta d un focolaio covid-19 tra gli operatori sanitari (leggi qui).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Chiuro in lutto, il covid si è preso don Attilio Bianchi

Attualità

Bambini, apre a Sondrio il negozio di giocattoli "Città del sole"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento