menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Focolaio nell'ospedale di Sondrio, Asst: «Tornata la normalità nel reparto congiunto Neurologia/Oncologia»

L'annuncio: «Il coronavirus gira e non risparmia nessun ambiente. In tutte le strutture sanitarie si sono verificati casi analoghi a quelli che hanno coinvolto alcuni reparti negli ospedali di Sondalo, Sondrio e Chiavenna»

Entro poche settimane, non appena tutti gli operatori sanitari avranno ricevuto la seconda dose del vaccino anti covid, andrà normalizzandosi la situazione negli ospedali della provincia di Sondrio dove, nonostante i continui controlli e la rigida applicazione dei protocolli, si sono verificati dei contagi fra il personale e i pazienti. A confermarlo la stessa azienda ospedaliera locale Asst Valtellina e Alto Lario.

«Il coronavirus gira e non risparmia nessun ambiente, soprattutto a causa dell'alto numero di persone positive asintomatiche che lo veicolano. In tutte le strutture sanitarie si sono verificati casi analoghi a quelli che hanno coinvolto in questa seconda ondata alcuni reparti negli ospedali di Sondalo, Sondrio e Chiavenna» si legge in una nota di Asst.

Il focolaio nel reparto congiunto Neurologia/Oncologia

«La situazione nel reparto che riunisce la Neurologia e l'Oncologia di Sondrio è tornata alla normalità: i cinque pazienti positivi sono ricoverati al Morelli mentre due operatori sanitari asintomatici trascorrono l'isolamento obbligatorio nelle rispettive abitazioni. Dall'inizio della prima ondata ad oggi con la seconda tuttora in corso sono alcune centinaia gli operatori contagiati, tra medici, infermieri e personale sociosanitario» conclude la nota..

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento