Coronavirus, la falsa bozza di Regione Lombardia su "fase 2" e riaperture diventata virale: "È un fake"

L'assessore al Bilancio di Regione Lombardia, Davide Caparini: «Una vera fakenews che smentisco categoricamente. Uno scherzo ben fatto visto che prevede un cronoprogramma con il 31 giugno»

Il nome del documento è "bozza_accordo_quadro_reg_Lomb". L'oggetto è "bozza di accordo quadro governo regioni per il recepimento delle direttive nazionali in materia di riaperture post Covid 19". E poi via via ci sono tutte le date di riapertura delle varie attività in seguito all'emergenza Coronavirus. Il tutto su carta intestata di regione Lombardia. 

Un vero e proprio cronoprogramma della tanto agognata "fase 2", insomma. Peccato, però, che sia semplicemente una bufala che nella giornata di martedì si è "viralizzata" saltando da un cellulare all'altro e da un profilo Facebook all'altro. 

bozza regione lombardia fase 2-2-2

Bozz su fase 2 in Lombardia: è un fake

Il "fake" è diventato talmente tanto potente, che in serata è dovuto intervenire anche l'assessore al Bilancio di regione Lombardia, Davide Caparini, assicurando che si "tratta di una "falsa notizia", facendo proprio riferimento a "un documento che riporta la carta intestata di Regione Lombardia e al cui interno è contenuto un ‘cronoprogramma’ delle riaperture delle attività".

“Una vera fakenews - le parole dell'esponente del Pirellone -, che smentisco categoricamente. Uno scherzo ben fatto visto che prevede un cronoprogramma con il 31 giugno”. E in effetti a guardare bene le date, barbieri e parrucchieri dovrebbero riaprire il 31 giugno, cosa che è evidentemente impossibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano e Lombardia, ecco l'elenco delle attività e dei negozi aperti e quelli chiusi in zona rossa

  • Ritrovata senza vita nell'Adda la donna di Buglio in Monte scomparsa domenica

  • Sondrio in lutto per la morte di Stefania Barcio

  • Covid, un nuovo focolaio nel reparto di Neurologia dell'ospedale di Sondrio

  • Tir carico di fieno prende fuoco in strada, attimi di panico sulla nuova SS38. Traffico deviato

  • Corruzione e truffa aggravata, nei guai ex primario del Morelli di Sondalo

Torna su
SondrioToday è in caricamento