Coronavirus, l'annuncio del Governo: divieti e restrizioni prolungati, avanti col 'coprifuoco'

Le parole del ministro Speranza al Senato: «Non confondere segnali positivi con un cessato allarme»

Le misure per arginare la diffusione del coronavirus sono confermate fino al 13 aprile, il giorno di Pasquetta. Nessuna sorpresa, era ampiamente previsto. E anzi, il governatore di regione Lombardia, Attilio Fontana, lo aveva espressamente richiesto. 

Mercoledì 1 aprile, il ministro della Salute, Roberto Speranza, lo ha annunciato in Senato: la decisione del governo è di "prorogare fino al 13 aprile 2020 tutte le misure di limitazione alle attività e agli spostamenti individuali finora adottate".

Coronavirus, prorogati divieti e restrizioni

"Sono qui non solo per informare il Paese ma per ascoltare. Un clima positivo è fondamento per tenere unito il Paese. Non è il tempo delle divisioni", ha detto Speranza in aula al Senato per riferire sulle iniziative del Ministero che guida in questa drammatica fase di emergenza sanitaria. "Siamo in una crisi globale, in poche settimane il mondo ha dovuto cambiare le proprie abitudini. Di fronte a questo, è l’ora della cooperazione e della solidarietà, nessuno si salva da solo. Non possiamo permettere che da una crisi sanitaria derivi una crisi sociale. Non è questo il tempo delle mezze parole: attenzione a non commettere degli errori proprio adesso. Non dobbiamo confondere i segnali positivi - ha sottolineato - con un cessato allarme. La battaglia è ancora molto lunga e non possiamo abbassare la guardia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quindi la conferma del blocco almeno fino al 13 aprile: "La strada è lunga perché senza vaccino non sconfiggeremo il Covid, dovremo saper affrontare una fase di transizione con misure di precauzione perché non si formino nuovi focolai. Certo, dobbiamo programmare il domani, ma senza smettere di essere consapevoli di cosa sia questa fase. Confermiamo fino al 13 aprile misure di contenimento".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in Svizzera, scosse percepite anche in provincia di Sondrio

  • Coronavirus, lunedì si decidono le sorti della Lombardia: lo spettro del lockdown

  • Coronavirus in Italia: si va verso un nuovo lockdown

  • Svizzera, neve e buio coprono i massi caduti sui binari: treno deraglia

  • Coronavirus, focolaio nel pronto soccorso di Livigno: contagiati infermieri e autisti

  • Cosio Valtellino, grave bambino di 7 anni investito sulla vecchia statale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento