menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, continua la sinergia tra le istituzioni per il disinfettante "made in Valtellina"

Il presidente della Provincia, Elio Moretti: «Prezioso il lavoro di Secam che, sin da subito, si è attivata per la produzione “in casa” di disinfettante da distribuire gratuitamente ad ospedali, RSA, forze dell’ordine ed enti»

Un’altra determinante operazione a supporto di presidi ospedalieri, RSA, forze dell’ordine ed enti locali della provincia di Sondrio nella "battaglia" al coronavirus è stata possibile grazie alla collaborazione di diversi soggetti e istituzioni del territorio. Dopo un primo approvvigionamento, altri 3000 litri di alcool, necessari per la preparazione di disinfettante, sono stati reperiti nel territorio di Livigno e forniti a Secam S.p.A. che, grazie alle sue maestranze, lo sta producendo e mettendo a disposizione del territorio.

È di venerdì 24 aprile l’autorizzazione allo sdoganamento del prodotto. Il quantitativo ottenuto riuscirà a garantire le richieste inderogabili per le prossime sei settimane con una produzione di 4.000 litri di disinfettante.

Con il perdurare dell'emergenza sanitaria e con le ulteriori raccomandazioni a utilizzare con frequenza questi preparati igienizzanti, le richieste sono aumentate molto velocemente. A fronte della disponibilità di Secam a continuare la produzione, vi era la carenza di alcool sul mercato e la conseguente difficoltà del suo reperimento.

Grazie all'intervento delle istituzioni si è riusciti a garantire, con questa preziosissima operazione, la disponibilità di disinfettante, in sacche da cinque litri, per le prossime sei settimane alle strutture sanitarie, alle forze dell’ordine e agli enti.

La soluzione idroalcolica per il frizionamento delle mani prodotta da Secam secondo le direttive dell'Oms, l'Organizzazione mondiale della sanità, è composta, da etanolo, perossido di idrogeno, glicerina e acqua ultra pura. La produzione avviata presso il laboratorio di Sondrio consente di contenere i costi e di rispondere in tempi brevissimi alle richieste degli enti.

«Un’operazione importantissima. L’autorizzazione allo sdoganamento di alcool è stata ottenuta in brevissimo tempo grazie alla sinergia messa in atto da vari soggetti e istituzioni. Prezioso il lavoro di Secam che, sin da subito, si è attivata per la produzione “in casa” di disinfettante da distribuire gratuitamente ad ospedali, RSA, forze dell’ordine ed enti. Un ringraziamento al Prefetto, al Sindaco di Livigno, all’Agenzia delle Dogane, per la fattiva e proficua collaborazione che ha consentito, in brevissimo tempo, di reperire il prodotto necessario per non interrompere la produzione di disinfettante» ha commentanto il presidente della provincia, Elio Moretti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento