menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, il dato che fa ben sperare: nessun decesso a Sondalo nelle ultime 24 ore

L'infettivologa di Tirano, Chiara Rebucci: «I numeri sono diversi rispetto ad alcune settimane fa - esordisce - ma il virus è tuttora in circolazione, dunque il rischio rimane altissimo»

Nessun decesso tra le giornate di giovedì 16 e venerdì 17 aprile 2020 presso l'ospedale Morelli covid-19 di Sondalo: una buona notizia mentre sta per concludersi la settima settimana dall'inizio dell'emergenza sanitaria.

Dall'inizio dell'emergenza, le persone decedute sono 120, 91 uomini e 29 donne: un dato riferito prevalentemente, ma non solo, a pazienti della provincia di Sondrio, poiché nelle prime settimane erano stati ricoverati malati trasferiti da altre zone della Lombardia. Il dato non comprende tutti i valtellinesi morti per il coronavirus ma soltanto quelli del Morelli. Quattro le dimissioni, contro le 12 del giorno precedente.

La testimonianza

Una situazione che si evolve in senso positivo ma tutt'altro che tranquilla, come ammonisce la dottoressa Chiara Rebucci, infettivologa, valtellinese di Tirano, impegnata nei reparti covid-19. ?I numeri sono diversi rispetto ad alcune settimane fa - esordisce - ma il virus è tuttora in circolazione, dunque il rischio rimane altissimo. Per proteggersi consiglio innanzitutto di rimanere a casa, in particolare gli anziani e i malati, ma anche i bambini, di indossare la mascherina, di rispettare il distanziamento sociale, di lavarsi continuamente le mani e di disinfettare le superfici con le quali si entra in contatto. Nessuno deve pensare che sia finita e vorrei ricordare che si tratta di una patologia grave che causa grandi sofferenze a pazienti che richiedono un'assistenza medica e infermieristica continua, vanno monitorati costantemente perché la situazione può precipitare all'improvviso. Noi tutti qui al Morelli  - conclude la dottoressa Rebucci - ci stiamo impegnando per curare i pazienti che vengono ricoverati, i cittadini dovrebbero fare altrettanto per proteggere se stessi e gli altri».

Tamponi

I tamponi ad oggi sono quasi 2850 complessivamente, con 1070 risultati positivi, tra i quali figurano i controlli successivi ai quali viene sottoposto un paziente contagiato, almeno tre. I test vengono eseguiti a domicilio nel caso di persone con difficoltà di movimento, nei Pronto soccorso, al Presidio territoriale di Tirano e presso gli ambulatori mobili di Sondrio, Bormio, Morbegno, Chiavenna e Dongo con il sistema "drive through".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia sempre più zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento