rotate-mobile
Aumenta la pressione / Sondalo

Covid, più ricoverati e un nuovo reparto all'ospedale Morelli

Tutti i pazienti che, al momento, necessitano di cure, sono residenti in provincia di Sondrio. Ad aprile si sono registrati sei decessi

L'impennata dei contagi alla quale si assiste da alcune settimane ha causato un aumento dei ricoveri nei reparti covid-19 dell'ospedale Morelli: un mese fa i pazienti erano una trentina, oggi sono 47. A necessitare di cure intensive, addirittura del casco per respirare in alcuni casi, sono in particolare le persone fragili. Ieri è stato attivato un reparto al terzo piano del primo padiglione per accogliere i paucisintomatici, cioè i pazienti che dopo aver superato la fase acuta della malattia sono in via di guarigione ma non ancora autonomi per essere inviati al proprio domicilio.

Basta polemiche

"L'ospedale Morelli sta offrendo una risposta efficace ai bisogni di cura dei malati covid-19 anche in questa fase: - sottolinea il direttore generale di Asst Valtellina e Alto Lario Tommaso Saporito - in particolare dopo le festività pasquali abbiamo accolto anziani e persone fragili contagiati che hanno sviluppato la malattia in forma grave. Si tratta di persone che si sono presentate presso i nostri Pronti soccorso: è del tutto falsa la notizia diffusa nei giorni scorsi relativa al ricovero di pazienti provenienti da fuori provincia e spiace constatare come anche in questa fase difficile a emergere sia il fine polemico, la critica fine a sé stessa, anziché il servizio al cittadino. Alimentare sfiducia e incertezza, diffondendo notizie false, non serve a costruire bensì a demolire, allontanare gli utenti dalla sanità provinciale non ci farà progredire ma regredire".

"Ci sono problematiche che stiamo affrontando una ad una nell'interesse dei cittadini: - ha proseguito Saporito - con il sostegno e la collaborazione della Regione siamo impegnati per trovare le migliori soluzioni possibili alla carenza di personale e al recupero delle liste di attesa. Dopo due anni di covid-19, durante i quali la struttura e il personale del Morelli, con l'affiancamento dei colleghi provenienti dagli altri presidi della provincia, hanno fornito una prova straordinaria, stiamo riorganizzando l'attività ospedaliera e ambulatoriale, non senza qualche difficoltà".

Dal 15 aprile scorso, i ricoveri sono stati complessivamente 76, più di cinque al giorno: da ottobre 2021, i pazienti sono tutti residenti in provincia di Sondrio con l'eccezione di qualche turista risultato positivo che, com'è sempre avvenuto, viene curato al Morelli. Nel mese di aprile si sono registrati sei decessi, uno ieri.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, più ricoverati e un nuovo reparto all'ospedale Morelli

SondrioToday è in caricamento