rotate-mobile
Si corre ai ripari

Ats della Montagna alla ricerca di nuovi covid hotel

Vista la quarta ondata, servono strutture per accogliere soggetti positivi o contatti di positivi stessi che non potrebbero isolarsi adeguatamente nelle loro abitazioni mettendo così a rischio chi vive con loro

La nuova ondata (la quarta) pandemica sta creando serie difficoltà ai cittadini e alle famiglie residenti nel territorio dell'Ats della Montagna. Data l’elevatissima incidenza dei contagi torna in primo piano la necessità di trovare soluzioni per l’accoglienza e l’isolamento, in strutture idonee, di persone potenzialmente contagiose (covid-19 positive) o soggetti in quarantena per contatti stretti con casi positivi, il cui domicilio non fornisca condizioni adeguate per un corretto isolamento al fine di ridurre il rischio di diffusione dell’epidemia in contesti familiari o in situazioni abitative collettive.

La necessità riguarda singole persone adulte o minorenni accompagnati, purché asintomatici o paucisintomatici, sia dimessi dagli ospedali, sia provenienti dal territorio. A tale proposito, come già avvenuto in precedenza,  Ats della Montagna ricorda che è tuttora attivo un avviso per la raccolta di manifestazioni di interesse da parte di enti e soggetti diversi titolari in proprietà e/o gestione di strutture alberghiere o strutture ricettive. Ats della Montagna riconosce, per ogni camera effettivamente utilizzata, un importo massimo omnicomprensivo, a totale copertura dei servizi sopra dettagliati, di 120 euro al giorno.

L'avviso pubblicato proprio da Ats della Montagna per le strutture ricettive che volessero mettersi a disposizione in tal senso è scaricabile a questo link.

I requisiti

Per poter essere accolti nelle strutture che aderiranno all’avviso, i pazienti dovranno avere le seguenti condizioni sociosanitarie:

  • essere autosufficienti e non allettati
  • essere in grado di utilizzare autonomamente i servizi igienici
  • non aver la necessità di cure mediche
  • essere autonomi nell’assunzione di farmaci.

Per eventuali chiarimenti e informazioni ci si potrà rivolgere al Dipartimento PIPSS, telefonando dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 al numero 0364329389 oppure scrivendo all'indirizzo mail Direzione.sociosanitaria@ats-montagna.it.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ats della Montagna alla ricerca di nuovi covid hotel

SondrioToday è in caricamento