rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Numeri in crescita / Sondalo

Covid, aumentano ancora i ricoverati al Morelli di Sondalo

I pazienti nei reparti del nosocomio sondalino sono saliti a 30, di cui 22 in gravi condizioni

Otto nuovi ingressi da lunedì, 30 pazienti ricoverati, di cui 22 in condizioni serie e otto nel reparto che accoglie quelli in via di guarigione aperto all'inizio della settimana. Nel primo padiglione dell'Ospedale Morelli all'aumento dei numeri corrisponde una crescente preoccupazione per l'evolversi della situazione.

Serve comunque ricordare che l'anno scorso in questi stessi giorni i malati erano 175, che la differenza è dunque merito esclusivo del vaccino e che fra i ricoverati attuali vi sono molte persone che non si sono vaccinate.

Sempre più prime dosi

Negli ultimi giorni è evidente l'aumento delle prime dosi: nelle scorse settimane erano circa un centinaio alla settimana, oggi si arriva a 50-70 al giorno. L'Azienda, nel predisporre le agende con le disponibilità per la vaccinazione nei diversi centri, prevede un certo numero di posti proprio per chi richiede la somministrazione della prima dose. Al dato dedotto dal portale per le prenotazioni andrebbero aggiunti gli utenti che si autopresentano per la prima dose, ovvero gli over 60 e chi, ad esempio, ha appena compiuto i 12 anni di età.

Complessivamente, nei centri vaccinali di Sondalo, al sesto padiglione dell'Ospedale Morelli, di Villa di Tirano, al Polifunzionale, di Sondrio, al Policampus, di Morbegno, presso il Presidio ospedaliero, e di Chiavenna, nella palestra di viale Maloggia, si superano le 10 mila vaccinazioni alla settimana, tra prime, seconde e terze dosi, vicino al dato della fase più intensa della campagna vaccinale massiva, tra la primavera e l'estate.

Le percentuali

In base ai dati resi noti da Ats della Montagna, al momento in provincia di Sondrio, solamente per la fascia d'età tra i 12 e i 17 anni si registra una percentuale di vaccinati con almeno una dose (nei numeri sono inclusi anche coloro che hanno già prenotato proprio la prima dose) inferiore all'80%, visto che il dato si attesta al 78%. Per le altre fasce d'età le percentuali sono abbondantemente superiori all'80% come attesta la tabella qui sotto, in cui la prima colonna riporta la percentuale dei vaccinati con una dose, la seconda quella di coloro che hanno completato il ciclo vaccinale delle prime due dosi e la terza la percentuale complessiva di coloro che hanno ricevuto almeno una dose o si sono almeno prenotati e sono in attesa di cominciare il loro ciclo vaccinale.

Per quanto riguarda i bambini con meno di 12 anni, la percentuale è ferma a quota zero in attesa che parta la campagna vaccinale loro dedicata dopo il via libera arrivato da Ema e Aifa.

vaccini-2

Prenotazioni e tempi d'attesa

Sul fronte delle prenotazioni, chi accede al portale ottiene un appuntamento per la somministrazione del vaccino entro pochi giorni a Sondalo e a Villa di Tirano, dove ci sono molti posti liberi, dopo un paio di settimane a Chiavenna e dopo tre o quattro a Morbegno e Sondrio dove permangono problemi a causa dell'alto numero di utenti che risiedono nei due comprensori. Per Morbegno, dove sono attualmente attive due linee vaccinali, si sta definendo il trasferimento del centro vaccinale al Polo fieristico a gennaio, subito dopo le festività. Per Sondrio, che può contare su quattro linee vaccinali, a metà dicembre ci sarà uno spazio più ampio a disposizione.

Sempre per Morbegno è già stato definito il trasferimento del drive through, oggi allestito nel cortile interno del Presidio ospedaliero, presso il parcheggio del Polo fieristico, sul lato opposto rispetto all'ingresso principale, a partire dal 13 dicembre. Nelle ultime settimane, per effetto delle nuove disposizioni, le richieste di tamponi per gli alunni e il personale della scuola è salito fino a 800-1000 alla settimana.

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, aumentano ancora i ricoverati al Morelli di Sondalo

SondrioToday è in caricamento