menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il vicesindaco Bertarelli osserva un minuto di silenzio

Il vicesindaco Bertarelli osserva un minuto di silenzio

Coronavirus, 15 contagi a Morbegno. Gavazzi: «Numeri bassi e stazionari»

Il sindaco della Città del Bitto torna a fare il punto della situazione sull'emergenza coronavirus

Il sindaco di Morbegno Alberto Gavazzi torna a fare il punto della situazione sull'emergenza coronavirus. Lo fa, ancora una volta, dal suo profilo personale Facebook poiché la pagiana del Centro Operativo Comunale, da poco creata,  è stata segnalata e bloccata. 

«Cari concittadini - scrive Alberto Gavazzi - questa settimana, con l’inizio d’aprile, entriamo sempre più nel pieno della primavera. Una primavera che, ora, dobbiamo vivere nelle nostre case e che ci auguriamo conduca, ne sono certo, verso giorni migliori». 

«La nostra comunità - prosegue - conta da ieri 15 casi di contagi, mantenendosi su numeri fortunatamente bassi e relativamente stazionari.La maggior parte di loro è in isolamento domiciliare e, per quanto riguarda i concittadini ricoverati, è proprio di oggi la notizia positiva di loro miglioramenti.A tutti loro va, a nome mio, dell’Amministrazione e di tutta la Città, l’augurio di tornare presto a casa, dai propri cari, dai quali hanno dovuto stare distanti per lungo tempo. Vi siamo vicini». 

«I dati generali dei contagi a livello nazionale - continua Gavazzi - mostrano segnali positivi ed incoraggianti. Questo non deve indurci ad allentare la presa, anzi deve aiutarci a comprendere che, insieme, stiamo lavorando bene e deve spingerci a mantenere a tenere duro, nonostante tutto. Continuiamo a seguire responsabilmente le regole e le disposizioni - prolungate oggi fino al 13 aprile - che, con fatica, impegno, sacrificio e grande spirito di comunità, stiamo seguendo da settimane e insieme ne usciremo». 

«In questi giorni - conclude il primo cittadino di Morbegno - stiamo prendendo cognizione di tutte le misure economiche stanziate dal Governo e dalla Protezione Civile per far fronte, attraverso i Comuni, ai bisogni immediati rivolti ai diversi casi di necessità riscontrabili nella nostra comunità. Forza Morbegno: UNITI MA DIVISI ce la faremo». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento