menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus. L'appello di Anmic Sondrio: «Subito dispositivi di protezione individuale per disabili e anziani»

Dall'Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili un monito per tutelare i più fragili

L'Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili (ANMIC), da sempre impegnata nell'aiuto e sostegno delle persone con disabilità e delle loro famiglie, anche in questa situazione di grave emergenza sanitaria, si fa portavoce di una misura di solidarietà e di sostegno in favore delle persone più deboli e fragili.

L'emergenza sanitaria in corso rende particolarmente esposte e vulnerabili le persone con disabilità, anziane, non autosufficienti e immunodepresse.

La Presidenza del Consiglio dei Ministri, attraverso l'Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità, ha identificato ANMIC - Associazione storica di categoria, componente della FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali delle Persone con Disabilità) in questo momento guidata dal suo Presidente nazionale Nazaro Pagano - tra gli interlocutori per individuare le situazioni più critiche ed urgenti a cui fornire dispositivi di protezione individuale (mascherine e guanti).

Ad esempio per chi è ospitato in strutture residenziali quali RSD, casa di cura, RSA, che non sono state chiuse con il Decreto legge 'Cura Italia' la situazione è molto critica e sono già conclamate condizioni di estrema gravità. Anche per molte persone con disabilità, anziane, immunodepresse o con patologie croniche che vivono nel proprio domicilio e non possono fare a meno di ricevere prestazioni sanitarie e assistenziali, emerge pressante il bisogno di dispositivi di protezione individuale per se stessi e per il personale che li assiste.

A questo proposito ANMIC Sondrio segnalerà, il più rapidamente possibile, all'Assessorato regionale competente le necessità stringenti presenti sul territorio provinciale così da sollecitare la consegna delle protezioni individuali a chi ne ha più bisogno.

«In questo momento difficile per il nostro Paese - ha dichiarato il Presidente provinciale di ANMIC Sondrio, Gerardo Moretti - ognuno di noi deve fare la sua parte. Dobbiamo combattere contro questo nemico. Con resistenza, costanza e volontà e rispettando le regole».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Valchiavenna in lutto per la morte di Guglielmo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento