Covid, dai sindaci dell'Alta Valle un nuovo appello: «Non possiamo fare passi falsi: la situazione è preoccupante»

Troppi contagiati nel Bormiese. Il secondo monito dei primi cittadini

La pandemia da covid-19 continua imperterrita, anche in provincia di Sondrio. Da diversi giorni, oramai, il numero dei contagiati in Valtellina e Valchiavenna è in costante crescita. È per questo che dal Bormiese giunge un ulteriore appello da parte dei sei sindaci del mandamento di Bormio a tutta la popolazione affinchè si rispettino le norme anticovid-19.

Dopo 17 giorni dal precedente appello (e 8 sezioni scolastiche poste in quarantena dall'inizio della scuola) i sindaci di Bormio, Livigno, Sondalo, Valdidentro, Valfurva e Valdisotto sono tornati a parlare.

Cari Concittadini, dobbiamo di nuovo tornare a sottolineare l’importanza di attenersi alle norme anticovid. Tanto è già stato detto e non sono mancati gli appelli nemmeno in  queste ultime settimane. Eppure, ancora oggi, di fronte a una situazione che sta peggiorando di giorno in giorno, non possiamo che lanciare un nuovo messaggio a residenti, turisti e giovani: è fondamentale che tutti rispettino le disposizioni governative, indossino sempre la mascherina correttamente, anche all’aperto, mantengano la distanza di sicurezza, si lavino frequentemente le mani. Questo può essere sufficiente per non ritornare a vivere l’incubo del lockdown. Facciamo tesoro di comportamenti che ormai sono diventati parte della nostra quotidianità e non abbassiamo la guardia. L’età dei contagiati si sta rapidamente riducendo; questo dato ci dice chiaramente che nessuno è immune; non lo sono i giovani, gli sportivi e gli atleti, chi conduce una vita all’insegna della salute e della sobrietà. 

Non possiamo fare passi falsi e sottovalutare il problema: la situazione è preoccupante. Sentiamoci tutti responsabili della salute individuale, della nostra famiglia, dell’intera comunità, con particolare attenzione alle persone più fragili. Facciamo incontrare bambini e anziani con la dovuta  cautela, sempre nel rispetto del distanziamento, facciamo attenzione quando incontriamo amici e congiunti non conviventi anche in casa nostra, adottiamo atteggiamenti responsabili e allontaniamo la presunzione di poter “gestire” la situazione a modo nostro. Non possiamo fare a meno della collaborazione reciproca: è tempo di essere Comunità. Salvaguardando la salute collettiva salvaguarderemo anche la stabilità e l’economia del nostro territorio  e potremo tornare il più rapidamente possibile alla tanto desiderata normalità.

Contiamo su ciascuno di voi

Bormio, 15 ottobre 2020

Roberto Volpato, Sindaco di Bormio

Damiano Bormolini, Sindaco di Livigno

Ilaria Peraldini, Sindaco di Sondalo

Massimiliano Trabucchi, Sindaco di Valdidentro

Alessandro Pedrini, Sindaco di Valdisotto 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Angelo Cacciotto, Sindaco di Valfurva 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morbegno piange Alberto Vinci, l'anima del Lokalino

  • Terremoto in Svizzera, scosse percepite anche in provincia di Sondrio

  • Giro d'Italia, dopo la partenza da Morbegno i ciclisti protestano per pioggia e freddo: tappa accorciata

  • Coronavirus a scuola, tre nuove classi (con le insegnanti) in isolamento a Livigno

  • Il coprifuoco in Lombardia è ufficiale: firmata l'ordinanza, torna l'autocertificazione

  • Livigno annuncia l'apertura della stagione invernale 2020-2021

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento