Chiavenna, Don Lorenzo postivo al coronavirus

A comunicarlo Don Andrea Caelli in un videomessaggio

Don Lorenzo Pertusini è risultato positivo al coronavirus. A comunicarlo, attraverso un video messaggio alla comunità pastorale di Chiavenna e Prata Camportaccio, don Andrea Caelli, parroco di Chiavenna. 

«Don Lorenzo sta bene - spiega don Andrea Caelli - ha tosse e qualche linea di febbre. Dopo aver effettuato il tampone nell'ospedale di Gravedona è tornato nella casa parrocchiale di Chiavenna, dove ora è in isolamento». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un augurio di pronta guarigione al vicario arriva anche dal sindaco di Chiavenna Luca Della Bitta che scrive: «A don Lorenzo con la stima e la riconoscenza per il grande lavoro che svolge ogni giorno per i nostri ragazzi, gli auguri più veri. Torna presto fra noi». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in Svizzera, scosse percepite anche in provincia di Sondrio

  • Morbegno piange Alberto Vinci, l'anima del Lokalino

  • Giro d'Italia, dopo la partenza da Morbegno i ciclisti protestano per pioggia e freddo: tappa accorciata

  • Il coprifuoco in Lombardia è ufficiale: firmata l'ordinanza, torna l'autocertificazione

  • Ammutinamento dei ciclisti al Giro, il direttore di corsa Vegni: «Figuraccia, qualcuno pagherà»

  • Coronavirus, la settimana nera della scuola valtellinese: 18 classi in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento