Coronavirus nella casa di riposo di Berbenno, Fumasoni: «Dai primi tamponi 3 gli ospiti positivi al Covid, uno è deceduto»

ATS della Montagna ha fornito altri tamponi che verrano applicati durante questa settimana, obiettivo è raggiungere la maggior copertura possibile

Sono 22 le persone contagiate dal coronavirus nel territorio comunale di Berbenno. A preoccupare, come nel resto della Valtellina, la situazione degli ospiti della casa di riposo. il Sindaco Valerio Fumasoni ha voluto chiarire la situazione all'interno dell'RSA 'San Benigno'. Grazie ai primi nove tamponi effettuati all'interno della casa di riposo, sono tre gli ospiti risultati positivi al covid-19. Due di questi sono ricoverati in ospedale, mentre una persona è deceduta.

«Care concittadine e cari concittadini - ha dichiarato Valerio Fumasoni, sindaco di Berbenno di Valtellina - intendiamo informarvi circa la situazione della Casa di Riposo San Benigno di Berbenno dell’Istituto Figlie di Santa Maria della Divina Provvidenza.  La scorsa settimana sono stati applicati i primi 9 tamponi sugli ospiti della RSA e di questi 3 sono risultati positivi al virus Covid-19.  Due di questi ospiti sono stati ricoverati presso le strutture ospedaliere, mentre purtroppo una persona è deceduta la scorsa settimana prima dell’arrivo dell’esito del tampone. Siamo vicini alle loro famiglie in questo difficile momento.

«Ad oggi - prosegue Fumasoni - non ci sono invece altri positivi tra i dipendenti della RSA che, come tutti gli operatori sanitari, stanno pagando il prezzo più alto per il lavoro svolto nei luoghi più esposti. ATS della Montagna ha fornito altri tamponi che verrano applicati durante questa settimana; obiettivo è raggiungere la maggior copertura possibile. Agli operatori socio - sanitari e al personale della RSA va il nostro ringraziamento, così come ad altre aziende che prontamente si sono attivate per la fornitura di Dispositivi di Protezione Individuale alla RSA, fra le quali i salumifici Mottolini e Rigamonti e la ditta Morella. Un pensiero di gratitudine va anche ai parenti degli ospiti che si sono adoperati per il reperimento di materiale da aggiungere a quello in dotazione alla RSA».

«Per quanto riguarda il territorio del Comune di Berbenno - conclude il primo cittadino di Berbenno - i positivi sono in totale 22, mentre i contatti in quarantena dall’inizio dell’emergenza sono 55, per la metà dei quali il periodo di sorveglianza è terminato. Consci dello sforzo fatto per rispettare le misure di contenimento e di isolamento sociale per un così lungo periodo, ci appelliamo ancora per almeno due settimane alla vostra responsabilità e senso civico. Resistiamo ancora per un po’, restando uniti anche se da lontano.  Gli sforzi non sono inutili, insieme ce la stiamo facendo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ardenno, tenta di uccidere i figli con il gas e di togliersi la vita: arrestata

  • Coronavirus, la Lombardia verso l'entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Talamona, padre e figlio in scooter non si fermano all'alt dei carabinieri: inseguiti e denunciati

  • Valmalenco, i carabinieri non riescono a calmare il figlio violento: sedato e ricoverato

  • Sci, verso la chiusura degli impianti di risalita per le vacanze: si attende la conferma del Dpcm

  • Coronavirus, Dpcm e regole per Natale 2020: niente sci in Lombardia e niente cenoni

Torna su
SondrioToday è in caricamento