Coronavirus. “Vivere a colori: una canzone per il Morelli” cantata da 400 alunni di Bormio

La scuola secondaria dell’Istituto comprensivo “Martino Anzi” stupisce con un brano inedito emozionante realizzato grazie alla didattica a distanza

 

La scuola secondaria dell’Istituto comprensivo “Martino Anzi” di Bormio presenta il progetto “Vivere a colori: una canzone per il Morelli”, realizzato in tempo record in queste settimane di didattica a distanza. Un brano unico e speciale capace di emozionare, a testomoniare la sensibilità di tanti giovanissimi in queste settimane di emergenza coronavirus.

“Vivere a colori” è un brano inedito nella parte strumentale e vocale, prodotto dai docenti di strumento e dai docenti di musica con i loro studenti. La composizione melodica e armonica, l’arrangiamento orchestrale, l’esecuzione delle partiture e quella corale sono state curate dagli insegnanti che hanno coordinato da remoto il lavoro di 400 alunni.

Tutti hanno registrato la loro parte, che è poi confluita in un’esecuzione collettiva, che ha riunito virtualmente l’orchestra del musicale e le voci del coro. Il testo nasce dalla sintesi delle proposte inviate dagli alunni, un insieme di suggestioni per dare spazio alle loro emozioni. Emozioni da elaborare anche attraverso i disegni che compaiono nel video, per ricordarci che dobbiamo sempre “Vivere a colori”.

Scopo dell’attività è responsabilizzare gli alunni rispetto all’emergenza sanitaria attraverso la creatività. L’entusiasmo dei ragazzi ha coinvolto un’intera comunità: docenti, collaboratori scolastici, ex alunni, genitori hanno prestato le loro voci, ma anche diversi musicisti hanno offerto la loro collaborazione. Tutto in modalità smart-working, a distanza tra docenti e tra docenti e alunni.

“Distanti ma uniti”, come nella raccolta fondi a favore dell’ospedale “Morelli”, promossa dall’associazione “Insieme per vincere”, che l’Istituto comprensivo sostiene con questo progetto.

Potrebbe Interessarti

Torna su
SondrioToday è in caricamento