menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Campagna di screening per gli studenti valtellinesi: un caso positivo su 681 test

È tutt'ora in corso di svolgimento la campagna di screening che coinvolge i 7791 studenti degli istituti superiori della provincia di Sondrio: fino alle 13 di oggi erano già stati effettuati 681 test antigenici rapidi ed era stato riscontrato un solo caso positivo

È in corso di svolgimento la campagna di screening che coinvolge i 7791 studenti degli istituti superiori della provincia di Sondrio: fino alle 13 di oggi erano già stati effettuati 681 test antigenici rapidi ed era stato riscontrato un solo caso positivo, a Tirano. Iniziata questa mattina alle ore 8 in contemporanea presso le palestre degli istituti scolastici di Bormio, Tirano, Sondrio, Morbegno e Chiavenna, la campagna proseguirà fino alle ore 18 di oggi per poi riprendere domani di nuovo dalle 8 alle 18. Gli studenti vengono convocati presso l'istituto che frequentano ma a chi risiede altrove è concessa la facoltà di presentarsi nel centro più vicino, o comunque in quello più facilmente raggiungibile. È il caso, ad esempio, degli studenti degli istituti di Sondrio, molti dei quali provenienti dall'Alta Valle, dalla Valchiavenna o dalla Bassa Valle, che preferiscono recarsi presso altre scuole. Inoltre, chi non si è presentato oggi potrà farlo anche domani.

Tutto si svolge velocemente per i ragazzi che vengono sottoposti al test antigenico rapido e informati dell'eventuale risultato positivo entro poche ore, a tutela della loro sicurezza, di quella dei loro familiari e amici e dell'intera comunità. 

«Auspichiamo una larga adesione e invitiamo i ragazzi e le loro famiglie a riflettere sull'importanza di eseguire questi test - sottolineano il direttore generale di Asst Tommaso Saporito e il direttore generale di Ats Lorella Cecconami -. L'obiettivo è quello di ridurre al massimo la circolazione del virus e di mettere in condizione gli studenti di rientrare in classe più sereni, la loro collaborazione risulta fondamentale: a fronte di un impegno minimo possiamo ottenere un risultato importante per tutti».

Presso le palestre delle scuole sono al lavoro équipe formate da infermieri e tecnici di laboratorio di Asst e personale Ats, oltre al personale non docente degli istituti e ai volontari della Protezione civile provinciale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento